Palmese, Esposito: "Palermo? Il nostro obiettivo è vincere"

14.11.2019 18:00 di Anna Laura Giannini   Vedi letture
Fonte: gazzetta del sud
Palmese, Esposito: "Palermo? Il nostro obiettivo è vincere"

«Dobbiamo giocacela contro tutti ad armi pari senza mai ar­renderci». Chiaro ed inequivocabile il messaggio lanciato dal direttore generale della Palmese, Nicola Esposito, che chiama a raccolta tutto l'ambiente neroverde in vi­sta della super sfida contro la co­razzata Palermo.

I neroverdi non stanno di certo passando un mo­mento esaltante della stagione dopo la sconfitta di domenica scorsa contro il Marina di Ragusa che ha confermato la Palmese ul­tima in classifica in solitaria, e domenica prossima il testa coda contro la squadra più forte del girone “I", candidata alla promo­zione diretta in Lega Fro.

Uno scoglio difficile da sor­montare ma non impossibile se­condo il dg Esposito: «L’obiettivo per questa e per tutte le altre par­tite è quello di vincere. Per noi sono tutte finali da qui in poi e dobbiamo affrontarle con que­sto spirito per raggiungere il no­stro obiettivo che e quello della salvezza».

Nessuna resa, insomma, ma una chiamata a lottare ancora e più di prima alla squadra attesa al riscatto proprio contro Tarma­ta rosanero. Per la Palmese si av­vicina un periodo molto delicato considerando che dopo la sfida storica di domenica al “Giuseppe Lopresti”, nel turno successivo la ultra centenaria società nerover­de sarà impegnata in trasferta in quel di Roccella, una vera e pro­pria ultima chiamata per le due compagini reggine che, al mo­mento, sono ultima e penultima in classifica.

Arrivare al derby contro il Roccella con la spinta di un risul­tato e di una prestazione positi­va sarebbe quindi più che auspi­cabile per la squadra neroverde.

Nel frattempo i ragazzi agli ordini di mister Antonio Venuto stanno proseguendo la prepara­zione in vista della sfida con il Palermo. Da valutare le condi­zioni degli infortunati Misale, Trentinella e Verdirosi mentre non sarà sicuramente della sfida il difensore Della Guardia, squa­lificato per due giornate dal giu­dice sportivo: un’assenza di non poco conto per la formazione neroverde.