Pergolettese, ecco Del Prato: "Ho grande entusiasmo. La mia squadra lotterà in campo"

11.06.2018 20:30 di Maria Lopez  articolo letto 523 volte
Fonte: g. w. pellegrini
Pergolettese, ecco Del Prato: "Ho grande entusiasmo. La mia squadra lotterà in campo"

Presentato ufficialmente, in una gremita sala stampa, il nuovo allenatore della Pergolettese. Ad aprire la conferenza è stato il direttore generale Cesare Fogliazza: “Devo innanzitutto ringraziare mister De Paola per il bel campionato e per l’ottimo risultato ottenuto, ma dopo una attenta valutazione fatta tra me e Massimo Frassi, direttore sportivo, e dopo aver valutato varie posizioni, compresa quella dell’ex mister, abbiamo deciso di intraprendere un percorso nuovo con un nuovo progetto. So’ del bel lavoro che ha fatto nel Darfo Boario e abbiamo ritenuto che sia l’allenatore ideale per questa nuova avventura. Dopo oltre 30 anni di calcio, l’entusiasmo da pare mia rimane sempre uguale e sono pronto a ripartire per questa nuova stagione dove proveremo a migliorare ulteriormente il risultato dello scorso campionato. Noi ci proviamo, non sarà facile ma l’intenzione sarà quella.”

Massimo Frassi ha voluto sottolineare le qualità di mister Del Prato: “Sono ormai tre anni che lavoriamo assieme e ritengo che come persona e come allenatore abbia delle qualità importanti, dimostrandolo in queste ultime stagioni. Siamo partiti a Darfo con due giocatori, abbiamo ricostruito un po’ tutto ottenendo una promozione il primo anno e la conquista dei playoff nel campionato appena concluso. L’importante, come ho già dichiarato, quello che è stato fatto è alle spalle, adesso l’importante sarà quello che riusciremo a fare qui alla Pergolettese in una piazza così importante ed esigente”.

Il nuovo allenatore Ivan Del Prato non ha nascosto la sua grande soddisfazione per essere stato scelto per guidare una squadra così appassionatamente seguita dai suoi tifosi: “Io devo innanzitutto ringraziare la società, la proprietà per darmi la possibilità di allenare in una piazza così importante. Io sono un allenatore che ha nel suo d.n.a. la caratteristica di provare e volere a far giocare bene le squadre a calcio. Ho visto la Pergolettese un paio di volte quest’anno e anche la scorsa stagione, ho sempre avuto la sensazione di una squadra pronta per lottare e vincere. Vincere un campionato non è mai facile, intervengono molti fattori, e la prova la abbiamo avuta quest’anno con la vittoria ottenuta nell’ultimo mese della Pro Patria, dopo che sembrava ormai archiviata la supremazia assoluta del Rezzato. Secondo il mio parere la Pergolettese con il suo pubblico meriterebbe di giocare in un campionato superiore, ma per poterlo fare bisogna arrivarci superando molte difficoltà e insidie; qui non ti regala niente nessuno. Partiamo però da una base importante, perché il livello della squadra e dei giocatori della rosa attuale è veramente alto. Ci sarà da fare qualche correzione che saranno valutate nei prossimi giorni. Da parte mia c’è grande entusiasmo e tanta voglia. Io sono venuto a giocare qua al Voltiani tantissime volte da avversario, sia da giocatore che da allenatore ed è stato un campo sempre molto difficile e lo deve diventare anche nella prossima stagione per le squadre avversarie. Non solo sotto l’aspetto tecnico ma anche per quello ambientale, perché quando i tifosi della Pergolettese si fanno sentire, in campo vi posso assicurare che si sentono: sarà quel qualcosa in più che loro ci daranno e noi li dovremo contraccambiare con l’impegno e la voglia di lottare, che non mancheranno mai”.