Pianese, Badii nuovo segretario generale. "Lavoriamo per l'iscrizione in C"

17.05.2019 16:30 di Ermanno Marino   Vedi letture
Pianese, Badii nuovo segretario generale. "Lavoriamo per l'iscrizione in C"

Alessandro Badii è il nuovo Segretario Generale dell’Unione Sportiva Pianese. A comunicarlo è la stessa società bianconera con una nota stampa diramata attraverso il sito ufficiale.

Aretino, classe 1969, ha maturato una notevole esperienza nel calcio professionistico in tanti anni di attività: ha iniziato nel 1996 con l’Arezzo partendo dalla C2 fino a raggiungere la Serie B, poi dal 2010 al 2013 è stato al Settore Giovanile della Juventus e successivamente ha lavorato con Aosta, Lucchese, Rimini e Tuttocuoio in Lega Pro. Prima di approdare a Piancastagnaio è stato collaboratore della Delegazione Provinciale F.I.G.C. di Arezzo.  Nonostante sia iscritto all’Albo dei Direttori Sportivi dal 2003, ha sempre ricoperto il ruolo di Segretario Generale.

Alessandro Badii alla Pianese...
"Se sono qua lo devo al direttore Vagaggini che mi ha contattato per la prima volta oltre un mese fa. Dopo aver trovato l’accordo, sono stato presentato al Presidente Maurizio Sani e ai soci ai quali ho illustrato quali sono le incombenze e gli adempimenti da rispettare per poter disputare il prossimo campionato".

Come ti trovi da noi?
"Non per esprimermi con frasi fatte, ma la prima impressione è molto positiva quindi, se il buon giorno si vede dal mattino, posso dire che il futuro promette bene".

Dalle tue parole trapela un sano ottimismo…
"Certamente! L’ambiente è consapevole del fatto che la squadra ha raggiunto, con la promozione in Serie C, un traguardo storico ed è altrettanto consapevole del fatto che il domani è già cominciato".

Cosa intendi dicendo che il domani è già cominciato?
"Intendo dire che la Pianese è già operativa per avere al più presto le carte in regola per iscrivere la squadra entro i termini stabiliti dalla normative federali. Uno dei primi passi da compiere, se non il primo, è quello di avere lo stadio a norma. Una settimana fa, il Direttore ed io abbiamo avuto un incontro con il Sindaco Luigi Vagaggini e con il Vice Sindaco Enio Rossi i quali si sono resi disponibili per supportarci nel miglior modo possibile. Martedì 14 maggio, la Pianese, rappresentata dal Direttore, da Filiberto Ponzuoli (consulente fiscale e tributario), da Damiano Naldi (addetto stampa) e da me, è stata la prima a presentarsi a Firenze presso la sede della Lega Pro alla riunione dedicata alle neopromosse. Nell’occasione la Pianese è stata in grado di fornire già alcuni documenti che il Comune ha messo rapidamente a disposizione".

Hai parlato di termini federali: quale è il primo?
"La prima scadenza è lunedì 17 giugno 2019: dobbiamo depositare presso la Commissione Criteri Infrastrutturali della F.I.G.C. e presso la Lega Pro tutta la documentazione comprovante la disponibilità di uno stadio a norma e attualmente il “Comunale” di Piancastagnaio non lo è prima di tutto per il fatto che la larghezza (60 metri) del terreno di gioco è inferiore a quella minima prevista (64 metri).  Poi ci sono altri interventi da realizzare che la Commissione Impianti Sportivi della Lega Pro ha già segnalato in occasione del sopralluogo effettuato il 18 febbraio scorso".

Domanda scontata: tempi previsti per adeguare il “Comunale”?
"Il Comune ha già  stanziato 150.000,00 euro per effettuare i lavori di adeguamento ed alcune opere sono già iniziate, però il rettangolo di gioco potrà essere allargato solo dopo il 18 agosto 2019, data in cui si svolgerà il Palio di Piancastagnaio".

Quindi l’esordio ufficiale della Pianese si svolgerà lontano da Piancastagnaio. Secondo alcuni rumors lo stadio alternativo dovrebbe essere lo “Zecchini” di Grosseto.
"Esatto, lo “Zecchini” è un’alternativa, ma stiamo valutando anche altre soluzioni. In ogni caso stiamo facendo di tutto per giocare “in casa” a Piancastagnaio sin dalla prima partita".