Real Aversa, mister De Stefano: «Mi rende orgoglioso il fatto di non aver subito il Brindisi nemmeno in inferiorità numerica»

25.02.2021 21:30 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    Vedi letture
Fonte: normannalive
Real Aversa, mister De Stefano: «Mi rende orgoglioso il fatto di non aver subito il Brindisi nemmeno in inferiorità numerica»

Brindisi – Real Aversa, le dichiarazioni di mister De Stefano in sala stampa.

“Bisognava dare seguito alla grande prestazione fatta con il Casarano. Contro il Casarano la partita si prepara da solo perché basta vedere la rosa dei giocatori. Qui c’era il rischio che magari l’attenzione poteva calare un attimo, invece i miei oggi hanno dimostrato di essere grandi giocatori ma anche dei grossi uomini, perché oggi hanno vinto con contro tutto e contro tutti. A mio avviso abbiamo subito due espulsioni che lasciano un po’ a desiderare. Abbiamo gettato veramente il cuore oltre l’ostacolo e conquistato tre punti che per noi sono solo di fondamentale importanza. Mi rende orgoglioso il fatto di non aver subito il Brindisi nemmeno in inferiorità numerica, sia quando eravamo in dieci sia negli ultimi istanti quando siamo rimasti addirittura in nove. Ci siamo compattati ancora di più e questa è la dimostrazione che abbiamo un grandissimo gruppo. Questa non è una frase fatta, abbiamo veramente degli uomini che rendono onore a questa maglia così blasonata e così gloriosa come quella dell’ Aversa. Vincere su un campo così difficile prima in 10 e poi in 9 sfido chiunque nella nostra posizione di classifica. Quindi i complimenti vanno soprattutto ai miei ragazzi che mi rendono orgoglioso per quello che faccio.

Questo è un campionato che è stato rivoluzionato sia dalle soste del COVID ma anche del mercato così lungo. Abbiamo una montagna da scalare e questa montagna si chiama permanenza in serie D. All’inizio nessuno avrebbe scommesso un centesimo sull’Aversa invece adesso siamo ancora qui a giocarcela con tutti quanti a viso aperto. Ricordo che la nostra classifica è bugiarda perché oltre a mancarci i tre punti di Francavilla, che abbiamo conquistato sul campo e poi tolti dal giudice sportivo, poi durante il cammino abbiamo perso punti per strada veramente in maniera immeritata. Per quanto riguarda il mercato, è tutto tremendamente falsato. Un mercato così lungo, che addirittura rischia di essere prorogato, di calcio c’è poco e niente. Non può rimanere un mercato aperto fino al 31 marzo. Noi comunque resteremo così, magari andremo alla ricerca di qualche altro under. Noi abbiamo trovato la giusta quadra quindi cercheremo di rimanere questi”.