Retroscena Vastese: sabato polizia in piena notte nel ritiro di Aprilia

04.12.2020 14:49 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    Vedi letture
Fonte: Antonio Del Borrello – antoniodelborrello@vasport.it
Retroscena Vastese: sabato polizia in piena notte nel ritiro di Aprilia

Niente da temere ma in casa Vastese nelle ultime ore qualche domanda sicuramente se la staranno facendo. Oltre che a capire come migliorare per evitare, in campo, altre beffe come quella di ieri pomeriggio (da 1 a 3 a 3 a 3 negli ultimi minuti) la dirigenza andrà sicuramente a fondo su una questione che nelle ore precedenti al match ha sorpreso e non poco.

Dopo la rifinitura di sabato mattina all’Aragona il gruppo biancorosso è partito verso Aprilia dov’è arrivato in hotel nel tardo pomeriggio. Cena e poi tutti a dormire ma nella notte è successo qualcosa di inusuale, in realtà mai visto prima. Intorno alle 2:15 quando tutti erano a letto nelle rispettive camere all’interno dell’hotel sono arrivati dei poliziotti. Motivo? Controllare tutti i documenti dei tesserati biancorossi legati al Covid visto che nell’ultimo mese tra i biancorossi non sono mancati casi di positività. Per fortuna tutti diventati negativi, visto l’ottimo comportamento a riguardo della Vastese come confermato dagli otto tamponi eseguiti su tutti i tesserati.

Non c’è stato bisogno di svegliare i calciatori visto che con le forze dell’ordine hanno colloquiato il team manager Elenio Di Filippo e il segretario Nicola Buracchio. I due, con assoluta tranquillità e trasparenza, hanno mostrato alle forze dell’ordine tutti i documenti che attestavano le negatività, la Vastese non aveva nulla da nascondere, tutti i giocatori erano in regola. Al momento non ci sono dichiarazioni ufficiali da parte della società del presidente Bolami ma se sono legittime le richieste delle forze dell’ordine a sorprendere sono stati i modi. Perché non presentarsi in hotel il sabato sera durante la cena o la domenica mattina dopo l’alba? L’impressione è che la Vastese vorrà vederci chiaro in questa storia.