San Donato Tavarnelle, Giordani: "Bilancio positivo, abbiamo fame"

17.09.2019 13:30 di Francesco Pizzoccheri   Vedi letture
San Donato Tavarnelle, Giordani: "Bilancio positivo, abbiamo fame"

E’ intervenuto ai microfoni di Radio Rosa nella serata di ieri, lunedì 16 settembre, l’attaccante del San Donato Tavarnelle, Giulio Giordani, che già l’anno scorso si era prestato a questa esperienza sotto l’attenta guida del giornalista Paolo Bartalini.

Una intervista ricca di spunti che vi proponiamo in forma testuale.

Si parte dal pirotecnico pareggio contro il Trestina a tempo scaduto

“Sono stati 90 minuti dove è veramente successo di tutto. Dopo l’espulsione di Salvadori abbiamo trovato la rete di Disanto che aveva accorciato le distanze ma poi la troppa foga nel cercare il pareggio ha messo anche in me quel pizzico di nervosismo che mi è costato caro”.

Un girone con toscane, umbre e laziali

Sono compagini molto toste e almeno per me è il primo anno che giocherò contro le squadre della regione dove sono nato (Giordani è nativo di Anzio)

Dopo 3 giornate di campionato il San Donato Tavarnelle è a 4 punti in classifica

E’ un bilancio positivo anche se forse potevamo ottenere qualcosa in più. Siamo un gruppo ricco di giovani che sta gradualmente crescendo. Abbiamo fame e vogliamo dimostrare chi siamo

Giordani e il San Donato Tavarnelle, un solido legame

E’ la prima volta nel mio percorso calcistico di indossare per 3 anni consecutivi una maglia e per me è un vero onore e una responsabilità che viene osservata dai giovani e dai senatori.

Adesso turno casalingo con lo Scandicci

La squadra degli ex Manganelli, Colombini e Carnevale, sta disputando un ottimo campionato. Cominceremo da domani (martedì, ndr) a dare tutto per preparare un match ricco di insidie

Il San Donato Tavarnelle, una società in crescita

Sono stati fatti grandi passi in avanti da parte di questa realtà che vuole gettare le basi per un futuro sempre più solido e radicato sul territorio. Le ambizioni vanno di pari passo con i progetti e i risultati che ogni anno si possono vedere sul campo

Un sogno di Giordani con questa maglia

Uno l’ho già raggiunto, indossare la fascia di capitano al braccio. L’altro invece lo dedico al gruppo, a quello che nello spogliatoio e all’allenamento non ci diciamo a parole ma lo facciamo in campo. Dimostriamo chi siamo e raggiungiamo gli obiettivi prefissi per regalare una grande emozione a questa piazza, dove non manca niente per giocare a calcio e vivere in tranquillità