Sangiustese, il diggì Cossu: "Per noi il mercato si è chiuso con Massaroni"

10.01.2019 21:00 di Massimo Poerio  articolo letto 172 volte
Sangiustese, il diggì Cossu: "Per noi il mercato si è chiuso con Massaroni"

Antivigilia del match con l’Isernia ed il direttore generale Cossu torna a fare il punto della situazione in casa Sangiustese.

Sabato inizia il girone di ritorno visto il rinvio di Campobasso. Cosa cambia rispetto a sette giorni fa?
"Sia noi che loro abbiamo saltato il primo impegno. Quella di sabato sarà la prima partita stagionale dopo la sosta natalizia che è sempre un’incognita. Dovremo stare molto attenti. I ragazzi stanno bene e saranno tutti disponibili, tranne Scognamiglio che deve scontare una giornata di squalifica. Il mister avrà la possibilità di mettere in campo la migliore formazione per iniziare il 2019 con il piede giusto".

L’Isernia si sta rafforzando. Che avversario è e che gara sarà?
"Stimo tantissimo il loro allenatore: ha una grandissima esperienza. All’andata abbiamo già visto di che pasta sono fatti i molisani, anche se probabilmente la squadra era meno collaudata di adesso. Già allora ci diedero filo da torcere. Trovammo subito la via del gol, ma loro si rifecero sotto: la partita finì 3-2 con qualche rischio da parte nostra. Sicuramente dovremmo essere attenti nell’approccio. Ripartendo con una buona prova i ragazzi sanno che potremmo dare una bella svolta a questo girone di ritorno che sarà un altro campionato".

Si torna a giocare in casa dove il successo manca da diverso tempo. Quanta voglia c’è di tornare a gioire davanti al proprio pubblico?
"Tanta, perché nel girone di andata a causa delle tante partite giocate abbiamo accumulato molta stanchezza. Questo ha fatto sì che nelle ultime uscite in casa al secondo tempo soffrissimo un po’, non tanto per merito degli avversari quanto per la fatica accumulata. Adesso si riparte. Partono gli altri rafforzati per un altro campionato, partiamo anche noi perché abbiamo usato questo periodo per rifiatare. La brillantezza ritrovata si vede anche in allenamento".

E’ arrivato Massaroni. Ci saranno altri movimenti di mercato?
"Se non ci sono stravolgimenti no. Massaroni era il giocatore di cui avevamo bisogno, un sostituto di Marfella. Si chiama Simone anche lui. A parte gli scherzi, è un ragazzo che ha tantissime qualità".