Savoia, il diggì Rais: «Se il Palermo avesse i nostri punti...»

09.11.2019 15:45 di Elena Gestra   Vedi letture
Savoia, il diggì Rais: «Se il Palermo avesse i nostri punti...»

Il direttore generale del Savoia, Giovanni Rais, parla a Stadionews24 del momento che sta vivendo la sua squadra e dell’imminente sfida al Palermo: “Arriviamo da un periodo non felice perchè i risultati non ci danno la nostra reale potenzialità. Riteniamo che ci manchi qualche punto in più rispetto al nostro potenziale, però arriviamo fiduciosi e tranquilli, consapevoli che affrontiamo la prima in classifica che sta facendo un campionato strepitoso. Lo affronteremo senza paura ma con grande rispetto“.

Sulla situazione in casa Savoia, contestato dopo il pari interno contro il Biancavilla: “Viviamo una situazione turbolenta? Credo che anche il Palermo, se avesse la nostra posizione di classifica, non avrebbe tutto questo feeling tra tifosi e società. La nostra posizione di classifica non ci rende giustizia, abbiamo una squadra competitiva. La nostra squadra gioca a calcio, crea occasioni e non condividiamo la contestazione. Ma ci darà ancora più forza per dimostrare chi siamo“.

“La situazione del “Giraud”? Volevano accusarci di alcuni danni fatti alla struttura, ma non è così. Alla prossima partita in casa risponderò a tono a certi signori che ci hanno addossato questa problematica. Lo stadio è comunale, non può esserci un disinteresse del genere. Abbiamo speso 700mila euro per le Universiadi e abbiamo un manto erboso in cattive condizioni, il sottopassaggio allagato… bisogna dare delle risposte serie alle città“.

Sulla sfida al vertice contro il Palermo: “Per vincere il campionato ci vogliono una serie di fattori, aldilà di quanto si investa. Abbiamo avuto una serie di infortuni, dei torti arbitrali. É un momento di flessione, speriamo che quando arriverà la flessione per altri noi saremo bravi a recuperare terreno. Mi auguro di essere la prima squadra che riesce a fermare il Palermo – dice Rais -, veniamo per vincerenon per nasconderci dietro la palla”.

Infine, un commento sull’aspetto ambientale che si ritroverà di fronte la squadra campana: “Mi aspetto un Palermo che ci affronterà a viso aperto e per la squadra che abbiamo costruito questo ci avvantaggia. Sarà una bella partita, il “Barbera” sarà il dodicesimo uomo in campo e in questa categoria non c’entra niente, così come la nostra tifoseria non c’entra niente con questa categoria. Ho chiesto ai ragazzi di viversi al meglio questa giornata”.