Savoia, Righi: «Dello stadio non me ne frega nulla»

17.05.2021 07:30 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    Vedi letture
Fonte: sportcampania
Savoia, Righi: «Dello stadio non me ne frega nulla»

Al termine della sconfitta contro il Cassino, ai microfoni della stampa si è presentato il dirigente oplontino Emanuele Righi: “Innanzitutto tengo a precisare che sono un Consulente tecnico pro-tempore, non il direttore sportivo. Per la gara di ieri non si può imputare che sia mancata la generosità, ma piuttosto la lucidità dovuta a tante troppe assenze. Credo che il palo di Badje sia la fotografia perfetta di un’annata che più maledetta di così è difficile immaginare. I ragazzi stanno facendo un ottimo lavoro con il mister, il Cassino è stato bravo soprattutto a difendersi, a noi non è andata bene. L’amarezza mia e dei ragazzi è che non riusciamo a dare una gioia al presidente, che sta facendo qualcosa di incredibile e che non ha eguali non solo in Campania, ma in tutta Italia. Tutte le squadre che puntano ai playoff sono in difficoltà, abbiamo una rosa lunga ma è come non averla a causa degli infortuni. Ieri abbiamo giocato quasi con una juniores, c’è rammarico ma i risultati delle altre ci tengono in corsa per i playoff".

Continua: "Le prossime partite giocheremo contro squadre affamate di punti ma noi siamo il Savoia e dobbiamo vincere. Credo che ad inizio stagione sia stato venduto un prodotto eccessivo rispetto al nostro reale valore, creando aspettative troppo alte per quello che era l’organico. Non siamo scarsi,  ma aver additato questa squadra come una delle più forti del campionato è stata per noi solo una zavorra. Abbiamo vinto questo campionato prima di giocarlo e così non si fa: è stato un errore da parte di tutti aver dato per scontato qualcosa che non lo è mai. Da domenica partiaml alla pari con i nostri avversari, sarebbe bello tornare ad avere un po’ la mentalità da provinciale. Sono molto contento di come i ragazzi stanno lavorando, oggi abbiamo fatto la partita per ottanta minuti, loro hanno trovato un gol fortunoso e noi abbiamo avuto tanti episodi contrari. Ma siamo ottimisti perché vedo un allenatore che ha le idee chiarissime. Voglio ringraziare i tifosi che ci hanno sostenuto dall’esterno dello stadio, hanno chiesto la maglia bianca e mi assumo la responsabilità di dire che dobbiamo ancora meritarcela. Al momento non siamo pronti alla maglia bianca, la infosseremo quando i risultati saranno migliori. Errori nella costruzione della squadra? Più che frenesia parlerei di generosità, soprattutto in questo momento storico. Questa società vuole dare gioia e soddisfazione ad una piazza così importante. Sicuramente delle cose sono state sbagliate. Playoff? Noi vogliamo vincere sempre, dello stadio non me ne frega nulla perché non possiamo avere alibi di alcun tipo”.