Siena, mister Gilardino: «Non siamo contenti, ma ieri tre punti d'oro»

22.04.2021 12:05 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    Vedi letture
Fonte: Gianni Di Ferdinando - calciosenese.it
Siena, mister Gilardino: «Non siamo contenti, ma ieri tre punti d'oro»

Alberto Gilardino, nonostante i tre punti e il nuovo approdo del Siena in zona playoff, non è del tutto soddisfatto della prestazione: ne ha ben donde considerate le occasioni in serie create dal Grassina, che ha interrotto con questa sconfitta la striscia di cinque risultati utili consecutivi.
“Non siamo contenti del primo tempo disputato – afferma il tecnico bianconero -, dovevamo fare qualcosa di più sulle seconde palle, ne abbiamo perse troppe. Sotto il profilo dell’attenzione hanno fatto qualcosa di meglio loro. Siamo riusciti a rimanere in partita e questo è il segnale che la squadra ci crede sempre. Nei primi dieci minuti del secondo tempo abbiamo giocato come sappiamo, siamo migliorati, complici i cambi, ma dobbiamo essere lucidi e concreti nell’ammazzare la gara. Pur non giocando benissimo per un’ora scarsa di gioco, è molto importante aver portato a casa un successo che ci rilancia”.

L’allenatore parola poi del turnover: “Considero tutti i miei giocatori sullo stesso livello. Dare la possibilità a chi ha giocato meno, in questo momento, è importante. In queste partite ravvicinate mi sono reso conto di tante cose e ho capito su quali giocatori potrò contare da qui alla fine del campionato”.
La squalifica di Mignani per domenica con la Sangiovannese lo obbliga a rivalutare la scelta del 2002 da schierare in campo dal primo minuto: “Abbiamo quattro giorni per preparare la prossima partita. Farò delle valutazioni sia psicologiche che tattiche sul giovane da mandare in campo, considerato anche le caratteristiche e l’avversario che affronteremo”.

L’ultima considerazione è per il rientro della squadra, dopo tre mesi, in zona playoff: “Esserci tornati dopo tanto tempo è un ottimo segnale per il percorso che stiamo facendo e fornisce ancora più valore al lavoro del gruppo. Mi fa piacere, vuol dire che c’è un grande feeling tra di noi, c’è rispetto dei ruoli. Questi sono fattori importanti, determinanti. Dobbiamo continuare così da qui a fine campionato e poi cercheremo di raccogliere i frutti”.