Sorrento esagerato: sette reti rifilate al malcapitato Casarano

16.02.2020 21:15 di Francesco Pizzoccheri   Vedi letture
Sorrento esagerato: sette reti rifilate al malcapitato Casarano

Troppo Sorrento per il Casarano. Il match d'alta quota dello stadio "Italia" è un monologo assoluto dei rossoneri di mister Maiuri, capaci di travolgere i quotati rossoblu già nella prima frazione di gioco. Tanta la rabbia agonistica e la determinazione di capitan Gargiulo e compagni, chiamati a riscattarsi dopo due gare in cui hanno racimolato soltanto un punto, ed infatti bastano pochi giri di lancette per incanalare la gara sui binari del ritrovato successo. Una vittoria dinanzi al proprio pubblico, contro una diretta concorrente in zona play-off, che porta la firma a caratteri cubitali del centrocampista Giuseppe La Monica autore di una straordinaria tripletta, confermandosi tra le sorprese più brillanti della stagione. E' proprio lui a sbloccare il risultato al 15' quando s'inserisce tra le maglie della retroguardia rossoblu, riceve un assist filtrante perfetto di De Rosa e batte Iuliano con grande freddezza. In precedenza il Sorrento aveva già sfiorato il vantaggio con il difensore Cacace che sfiora il palo di testa, deviando la punizione di Herrera dalla destra. Al 20' arriva il raddoppio: straripante Herrera sulla corsia sinistra, servizio per l'accorrente Masullo che dal fondo pesca Figliolia al centro e l'attaccante rossonero gira in rete con un elegantissimo colpo di tacco. Il Casarano è alle corde dopo neanche metà tempo ma è solo l'inizio di un'imbarcata memorabile. La reazione è tutta concentrata in un diagonale di Mincica che termina a lato. Prima della mezz'ora il Sorrento colpisce altre due volte, entrambe con La Monica, mettendo il sigillo definitivo alla partita. Il numero quattro sorrentino prima risolve con un destro violento sotto la traversa un batti e ribatti nell'area piccola, poi concretizza al meglio un calcio di punizione calciato in velocità con grande furbizia dal collega Vitale sorprendendo tutta la difesa ospite, portiere compreso. Il gol della manita è proprio del giovane classe 2001 Gaetano Vitale, protagonista dell'ennessima prestazione maiuscola, che al 39' riceve la sfera in area da un incontenibile Gargiulo e indovina il diagonale giusto per superare ancora Iuliano. I tifosi rossoneri stentano a crederci ma è tutto vero: 5-0 all'intervallo con i sostenitori salentini che preferiscono abbondonare la curva ospiti dopo aver fischiato i propri beniamini. In avvio di ripresa continua la supremazia rossonera e dopo tre minuti arriva la gioia personale anche per Herrera che riceve palla sulla sinistra, s'accentra superando in velocità un avversario e calcia di destro a giro per il gol del 6-0. Pochi minuti dopo realizza la sua doppietta Figliolia che al secondo tentativo riesce a metterla in rete dopo la respinta di Iuliano. Per i restanti 40 minuti di gara il Sorrento preferisce non inferire ulteriormente su un Casarano completamente allo sbando, conservando qualche energia preziosa in vista del delicatissimo impegno di domenica prossima in quel di Cerignola, una sfida che vale il terzo posto in classifica.

Sorrento-Casarano 7-0
Marcatori: 15', 26', 30' La Monica (S), 20', 50' Figliolia (S), 39' Vitale (S), 48' Herrera (S)
Sorrento: (4-3-3) Scarano sv; Pasqualino 7, Cacace 7, Fusco 7 (87' Esposito ng), Masullo 7 (87' Diop ng); La Monica 9, De Rosa 7, Vitale 7.5; Gargiulo 7 (55' Alvino 6), Figliolia 7 (60' Bonanno 6), Herrera 7 (72' Cassata 6). A disp.: Semertzidis, D'Alterio, Vodopivec Cvjanovic, Cuomo. All. Maiuri 8.
Casarano: (4-4-2) Iuliano 5; Girasole 4.5, Mattera 4, Lobjanidze 4.5, Morleo 5 (55' Russo 6); Tedone 5 (72' Cianci 6), Giacomarro 4.5, Buffa 5, Feola 4.5 (55' Rescio 6); Favetta 5 (72' Palmisano 6), Mincica 5.5. A disp.: Al Tumi, Daiello, Atteo, Cappilli, Foggia. All. Bitetto 4.
Arbitro: Bracaccini di Macerata 7.
Ammoniti: nessuno.
Corner: 1-1
Recupero: 3'pt; 3'st.