Tuttucuoio, la presidente Coia: "Vi dico perché non abbiamo aderito al comitato Salviamoci"

01.06.2020 22:15 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    Vedi letture
Fonte: almanaccocalciotoscano.it
Tuttucuoio, la presidente Coia: "Vi dico perché non abbiamo aderito al comitato Salviamoci"

"Il Tuttocuoio non ha aderito al Gruppo "serie D, salviamoci", e vi spiego perché". Inizia così la conversazione con Paola Coia, presidente della società neroverde, ultima in classifica nel Girone E di Serie D e virtualmente retrocessa in Eccellenza, secondo le idee della Lega Nazionale Dilettanti. "Io e la mia società facciamo parte di una famiglia, la L.N.D., e contestare la decisione presa dai vertici vorrebbe dire uscire da questa famiglia. Ho fiducia in Sibilia e nell'avvocato Barbiero: se hanno preso questa decisione, avranno avuto le loro motivazioni. Per ora però è solo un'ipotesi che la Lega presenterà al Consiglio Federale, quindi niente è deciso ufficialmente. Io ho suggerito agli altri componenti del Gruppo "serie D, salviamoci" di temporeggiare un pochino prima di prendere una decisione così drastica come diffidare la Lega e la Figc. Certo, la scelta penalizza tantissimo tutti, ma vediamo cosa succede in questa settimana. Va anche detto che io avevo 16 punti e al 99% sarei retrocessa sul campo: avrei ben poco da dire".
In caso, quindi di retrocessione del Tuttocuoio in Eccellenza, che futuro vede per la società neroverde?
"Innanzitutto, chiederei subito il ripescaggio. Ma se fosse Eccellenza, allestirei una squadra più che dignitosa che possa competere per il ritorno in Serie D. Sicuramente non c'è il rischio di mancata iscrizione...".
Negli ultimi giorni ci sono state nuove polemiche fra lei e una parte della tifoseria, sulle quali volutamente non abbiamo scritto niente
"Come ho già detto, se c'è qualcuno di Ponte a Egola che vuole rilevare la società, io sono qui pronta al dialogo; ma non si è fatto vivo nessuno. Io sono pronta a proseguire la gestione del Tuttocuoio per il quale ho già sanato il 70% dei debiti pregressi, fatti dalla proprietà precedente alla mia. Nell'ultimo anno ho anche ricevuto una bella mano dall'imprenditoria locale del Cuoio e spero che, nonostante le oggettive difficoltà del settore del pellame, la cosa possa ripetersi anche in futuro".