Vigor Carpaneto, Rossini: "Modena acqua passata. Ora continuiamo a crescere"

12.01.2019 22:30 di Massimo Poerio   Vedi letture
Vigor Carpaneto, Rossini: "Modena acqua passata. Ora continuiamo a crescere"

Un’altra tappa di un viaggio sempre più esaltante e stimolante. Un banco di prova per testare ulteriormente le qualità di questo gruppo dopo l’impresa di sette giorni prima contro la capolista Modena, battuta 3-0 al “San Lazzaro”. Smaltita l’euforia per il match dell’anno, la Vigor Carpaneto 1922 si prepara ad affrontare la trasferta bolognese di Sasso Marconi, dove scenderà in campo domenica alle 14,30 allo stadio “Carbonchi” nella seconda giornata di ritorno del girone D di serie D.

Le attenzioni saranno rivolte sulle batterie biancazzurre, capaci di sprigionare un alto voltaggio contro i canarini e ora da valutare in termini di possibili dispendi, soprattutto a livello mentale. Per contro, la prova di forza contro la prima della classe potrebbe invece aumentare autostima e consapevolezza nel gruppo. In ogni modo, si sa, ogni domenica tutto si mette in discussione con nuove sfide da affrontare.

In casa Vigor, a parlare è il tecnico Stefano Rossini. “Abbiamo capito – spiega l’allenatore del Carpaneto – che noi siamo questi, siamo consapevoli di aver fatto una cosa importante, ma è acqua passata, anche perché non abbiamo vinto un trofeo o un campionato. Rimane ovviamente una bella soddisfazione. Ora continuiamo il nostro cammino e la vittoria contro il Modena ci deve dare una spinta importante per continuare a crescere. Andremo a Sasso Marconi per cercare di fare la partita e per provare a vincere, come abbiamo sempre fatto del resto e ancora più determinati”. Quindi aggiunge. “Sfideremo una formazione che alterna momenti buoni ad altri meno buoni, ma ci sta, questo campionato è così. Il Sasso Marconi è una formazione che ha individualità notevoli, come per esempio davanti Noselli, Della Rocca e Barranca, mentre a centrocampo ci sono giocatori importanti come Tonelli e Spezzani. Nel complesso, ha tanti giocatori di qualità che possono risolvere la partita a un momento all’altro. Mi ricordo, per esempio, la loro partita contro il Modena, pareggiata 2-2 dopo esser andati in vantaggio prima 1-0 e poi 2-1: è una formazione da prendere sicuramente con le pinze”.

Oltre al gusto dell’impresa e a tre punti d’oro, la partita contro il Modena ha lasciato anche un’eredità meno piacevole: l’infortunio accorso nel primo tempo a capitan Marco Fogliazza, che ha riportato la frattura del terzo metacarpo della mano sinistra ricadendo dopo un colpo di testa. Martedì il difensore centrale biancazzurro verrà operato e nel frattempo a lui va l’in bocca al lupo per la ripresa.

Al contempo, la Vigor Carpaneto 1922 formula l’in bocca al lupo al capitano del Fiorenzuola Ettore Guglieri, che ha riportato la frattura dello zigomo.

Il Sasso Marconi è allenato da Roberto Moscariello e al pari della Vigor affronta il secondo campionato di serie D della propria storia. In classifica, i gialloblù bolognesi occupano il dodicesimo posto con 20 punti all’attivo, frutto di cinque vittorie, altrettanti pareggi e otto sconfitte. Le individualità più altisonanti sono in attacco con il capitano Alessandro Noselli (1980, ex Mantova e Sassuolo oltre all’esperienza nel 2013-2014 nel New York Cosmos) e con Luigi Della Rocca (1984), ex Lecce e con un trascorso in serie A con il Bologna.

Domenica scorsa il Sasso Marconi ha subito il netto 5-0 nel derby bolognese contro il Mezzolara, anche se la formazione di Moscariello ha dovuto fare i conti con una lunga lista di infortunati (Rustichelli, Cosner, Monari, Giacomoni, Girotti, Dall’Ara e Spezzani). Quest’ultimo ha dovuto stringere i denti e scendere ugualmente in campo.

“Non sono sicuro – spiega Moscariello – di recuperare qualcuno di questi, mentre per contro è certa l’ulteriore doppia assenza di Sanzo eMele, squalificati. Pur essendo stati in grande emergenza, contro il Mezzolara siamo stati in partita fino al 2-0, poi il generoso rigore concesso agli avversari ha fatto sì che purtroppo il nostro match finisse di fatto anzitempo, con altre due reti subite nel finale. Stiamo incontrando un po’ di difficoltà derivanti dall’allenarsi come si può e non troppo bene. Ogni domenica può essere un’occasione di riscatto. Dovremo cercare di limitare le cose belle che la Vigor sicuramente saprà fare, mentre noi dovremo trovare un po’ di energie caratteriali”.