Ischia, il ds Lubrano a NC: «Equilibrio sì, ma anche ambizione. Nocerina unica antagonista della Cavese»

20.02.2024 17:30 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    vedi letture
Ischia, il ds Lubrano a NC: «Equilibrio sì, ma anche ambizione. Nocerina unica antagonista della Cavese»

Il campionato di Serie D è ormai entrato definitivamente nel rush finale. Mancano poche settimane alla fine della regular season e c'è chi si affanna per salvare la categoria, chi cerca di difendere il primato, chi prova a piazzarsi in un buon piazzamento play-off ed, anche, chi magari prova a giocare in casa lo spareggio play-out. Per cercare di ascoltare la voce dei protagonisti, la redazione di Notiziariocalcio.com darà voce ai protagonisti del massimo campionato dilettantistico nazionale in questa fase delicata del torneo.

Oggi abbiamo intervistato Mario Lubrano Lavadera, direttore sportivo dell'Ischia, sesta forza del girone G di Serie D con 37 punti conquistati in 23 gare: «C'è grande soddisfazione per i risultati che stiamo ottenendo, frutto di un lavoro che va avanti dall'estate 2022, quando Pino Taglialatela ha rilevato la società alla vigilia della stagione del centenario. Seppur con risorse non eccezionali, lo scorso anno abbiamo vinto il campionato d'Eccellenza riportando l'Ischia in D dopo 10 anni dal fallimento della vecchia società, e ci siamo affacciati pe la prima volta in questa nuova categoria. In estate qualche difficoltà c'è stata, ma con mister Enrico Buonocore abbiamo confermato parte del gruppo dello scorso anno, prendendo altri calciatori più giovani».

Ancora: «Chiaramente il nostro obiettivo era la salvezza, ci siamo portati avanti con il lavoro. Una volta che la raggiungeremo, cercheremo di fare qualcosa in più: equilibrio sì, ma non deve mancare l'ambizione di poter fare sempre meglio. Dal punto di vista organizzativo, qui c'è grande rispetto dei ruoli e grande autonomia: Taglialatela ci ha dato sempre grande fiducia. Dal punto di vista tecnico, cerchiamo di far star bene i nostri calciatori, aiutati anche dai nostri isolani; mister Buonocore, inoltre, ha dato un'identità forte al gruppo, e la squadra ci crede sempre, anche contro squadre più ambiziose. Credo che siamo tra le squadre che meglio giocano in questo girone».

Sulla lotta al vertice: «Non ritengo sia chiusa. La Cavese ha un vantaggio importante, e lo merita sia per quanto espresso in passato, sia per quello che ha dimostrato quest'anno. L'unica alternativa ai metelliani è la Nocerina: sono partiti a rilento, a Natale avevano 16 punti in meno della Cavese, ma si è fatta sotto nelle ultime settimane, facendo scelte giuste a Dicembre. Lo scontro diretto di Nocera naturalmente deciderà tanto, seppur la Cavese oggi abbia un notevole vantaggio. Altre squadre meritavole di elogi sono sicuramente Cassino e Romana: stanno facendo un grande campionato e meritano l'attuale posizione di classifica».

Domenica sfida interna col Boreale: «Ci teniamo a riscattarci dalla gara d'andata, forse l'unica che abbiamo sbagliato dal punto di vista della prestazione. Sicuramente loro verranno ad Ischia cercando di fare una partita battagliera per strappare punti sul nostro campo, ma noi in casa stiamo facendo molto bene e ci teniamo a confermarci. Qui c'è grande entusiasmo, Domenica pomeriggio credo ci sarà una bella cornice di pubblico: speriamo di arrivare già questo week-end a quota 40 punti per poi pensare ad altro».