Latina, il ds Patti a NC: «Pensare a Juve Stabia e Picerno tra le prime era complicato...»

20.02.2024 11:30 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    vedi letture
Latina, il ds Patti a NC: «Pensare a Juve Stabia e Picerno tra le prime era complicato...»

Il campionato di Serie C è ormai entrato definitivamente nel rush finale. Mancano poche settimane alla fine della regular season e c'è chi si affanna per salvare la categoria, chi cerca di difendere il primato, chi prova a piazzarsi in un buon piazzamento play-off ed, anche, chi magari prova a giocare in casa il ritorno dello spareggio play-out. Per cercare di ascoltare la voce dei protagonisti, la redazione di Notiziariocalcio.com darà voce ai protagonisti del massimo campionato dilettantistico nazionale in questa fase delicata del torneo.

Oggi abbiamo intervistato Matteo Patti, direttore sportivo del Latina, ottava forza del girone C di Serie C con 40 punti conquistati in 27 partite: «Adesso viviamo un momento molto positivo: tre vittorie in una settimana non è roba da poco. Non siamo quasi mai usciti dalla zona play-off, ora lo siamo ancora di più, ma ci sono ancora tante gare da disputare e dobbiamo restare sul pezzo per lavorare in questa direzione».

Le aspettative: «Sono uguali a quelle di inizio anno: migliorarsi quotidianamente, far crescere ogni singolo ragazzo, solo così puoi ambire a risultati sportivi soddisfacenti».

Sulla lotta al vertice: «Mettere Juve Stabia e Picerno tra le prime era complicato... Stanno facendo un campionato strepitoso, ma Benevento ed Avellino non molleranno fino alla fine. Una favorita? Giusto dire Juve Stabia, hanno un buon vantaggio e hanno fatto un lavoro strepitoso. Questo è un campionato difficile, non è facile restare sul pezzo; forse finora chi ha deluso è il Catania, ma c'è tempo per recuperare il terreno perduto».

Domenica arriva il Cerignola: «Gara difficilissima, ogni squadra ha calciatori importanti. Il Cerignola è in piena lotta play-off, ha fatto investimenti importanti, e quindi mi aspetto una gara complicata».