Manfredonia, il ds Scuotto a NC: «Campionato straordinario, non dimentichiamoci che...»

27.02.2024 15:30 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    vedi letture
Manfredonia, il ds Scuotto a NC: «Campionato straordinario, non dimentichiamoci che...»

Il campionato di Serie D è ormai entrato definitivamente nel rush finale. Mancano poche settimane alla fine della regular season e c'è chi si affanna per salvare la categoria, chi cerca di difendere il primato, chi prova a piazzarsi in un buon piazzamento play-off ed, anche, chi magari prova a giocare in casa lo spareggio play-out. Per cercare di ascoltare la voce dei protagonisti, la redazione di Notiziariocalcio.com darà voce ai protagonisti del massimo campionato dilettantistico nazionale in questa fase delicata del torneo.

Oggi abbiamo intervistato Livio Scuotto, direttore sportivo del Manfredonia, compagine che occupa oggi l'8° posto del girone H di Serie D, con 32 punti conquistati in 24 partite: «Stiamo facendo un campionato straordinario, per come avevamo cominciato e per tutte le situazione complicata che c'erano all'inizio. Bisogna, però, mantenere sempre la stessa fame e la stessa voglia, per arrivare ai 40 punti ed alla salvezza: non dobbiamo abbassare la guardia, la classifica è provvisoria, quella importante sarà la classifica del 5 maggio».

Le aspettative: «Siamo andati oltre. All'inizio c'era una squadra diversa tra quella di oggi; poi abbiamo ingaggiato un mix di calciatori giovani ed esperti, si è creata grande sintonia tra me, mister e calciatori. Oggi con un budget normale, siamo ottavi nel girone H, stiamo dimostrando di essere solidi, forti ed affamati di punti. Naturalmente siamo contenti, ma siamo solo a metà dell'opera, mancano dieci finali da affrontare».

Sul girone: «Inutile girarci troppo attorno, si tratta di un gruppo stratosferico, con tanti calciatori forti e società importanti, con investimenti non da meno. Noi siamo tra le società col budget più basso. Per la lotta al vertice, naturalmente in lotta ci sono Altamura, Nardò, il sorprendente Martina, ma anche Casarano e Andria. Oggi l'Altamura ha 7 punti, ma il campionato credo si deciderà alla fine. Sorprese? Sicuramente il Martina, ma anche la Paganese sta facendo molto bene con una squadra giovane. Ma al primo posto metto il mio Manfredonia, il 15 Luglio ci eravamo iscritti per il rotto della cuffia, non lo dimentichiamo».

Domenica si va a Barletta: «Mi aspetto una gara difficile, giocheremo davanti ad un pubblico numeroso ma faremo la nostra gara, come fatto finora. Abbiamo rispetto dei biancorossi ma andremo lì a fare la nostra gara senza paura».