Torres, il ds Colombino a NC: «Ci sono almeno 7-8 squadre superiori a noi»

27.02.2024 11:30 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    vedi letture
Torres, il ds Colombino a NC: «Ci sono almeno 7-8 squadre superiori a noi»

Il campionato di Serie C è ormai entrato definitivamente nel rush finale. Mancano poche settimane alla fine della regular season e c'è chi si affanna per salvare la categoria, chi cerca di difendere il primato, chi prova a piazzarsi in un buon piazzamento play-off ed, anche, chi magari prova a giocare in casa lo spareggio play-out. Per cercare di ascoltare la voce dei protagonisti, la redazione di Notiziariocalcio.com darà voce ai protagonisti della terze serie nazionale in questa fase delicata del torneo.

Oggi abbiamo intervistato Andrea Colombino, direttore sportivo della Torres, seconda forza del girone B di Serie C dietro soltanto al lanciatissimo Cesena: «Siamo soddisfatti di quanto fatto finora. Dopo la salvezza all'ultima giornata dello scorso anno, volevamo migliorarci e magari disputare i play-off, ma di certo non ci saremmo mai aspettati una stagione così positiva. Ragioniamo partita dopo partita e faremo così fino alla fine, cercando di mantenere questa posizione che ci darebbe un grosso vantaggio in chiave play-off».

Continua: «Noi sapevamo già dall'inizio della forza del Cesena: sono tre anni che ci provano, hanno giocato per 13 anni in Serie A. Inutile fare paragoni, per loro era quasi un dovere disputare un certo tipo di campionato, probabilmente se lo aspettavano dall'inizio, per noi è una novità assoluta. Noi dobbiamo cercare di arrivare più in alto possibile, siamo vicini al record storico della Torres in termini di punti. Non abbiamo nulla da recriminare, siamo andati oltre le aspettative: era un sogno e come tale dobbiamo prenderlo».

Sul girone: «Proprio Domenica pensavo che, a bocce fermo, c'erano almeno 7-8 squadre superiori a noi, come blasone, storia e acquisti fatti in estate. Penso a Gubbio, Ancona, Spal, Carrarese, Virtus Entella, Perugia, Pescara: per noi stare davanti a queste squadre è una cosa strepitosa. Abbiamo fatto di tutto per migliorare la qualità della rosa, affidandoci a calciatori esperti che sono voluti tornare a casa, nonostante altre richieste. Sapevamo che la squadra era migliorata, ma non fino a questo punto».

Sabato match col Pescara: «Mi aspetto un match difficile, il Pescara è fortissimo, ha giovani importanti ed anche di categoria superiore. Sono sicuro che i ragazzi daranno il massimo».