Caldiero Terme al rush finale: corsa a cinque per la Serie C

21.02.2024 22:30 di Michele Caffarelli   vedi letture
Fonte: L'Arena
Caldiero Terme al rush finale: corsa a cinque per la Serie C
© foto di Foto Roby

Un pareggio interlocutorio. Il Caldiero respinge l’assalto della Pro Palazzolo, serra sotto all’Arconatese che recupererà il prossimo mercoledì l’ultimo turno di campionato e guadagna una lunghezza sulla Varesina, sconfitta sul campo della Folgore Caratese. Tutto come prima allora? L’impressione è che, invece, la scorsa giornata qualche cosa abbia detto.

Ha, tanto per iniziare, circoscritto la lotta alla serie C a sole cinque squadre. Il Desenzano, pareggiando in casa con il fanalino di coda Ponte San Pietro, ha perso la chance di accorciare sulle prime e inserirsi almeno nella lotta per i playoff. Cinque squadre divise da 6 punti, i 53 dell’Arconatese e i 47 del Piacenza. Arconatese Molto dipenderà dalle prossime due sfide che sono altrettanti scontri diretti. Tra l’altro con un bel vantaggio per le avversarie, quello di sapere cosa avranno fatto i varesini. Innanzi tutto sabato in anticipo c’è il derby con la Varesina che è ancora impegnata in Coppa Italia di categoria e che mercoledì 28 affronterà l’andata della doppia sfida con il Follonica Gavorrano. Poi il recupero con il Piacenza. In poco più di una settimana l’Arconatese si gioca molto se non tutto. Varesina La Coppa Italia sembra avere distratto la squadra di Venegono Superiore. Netta la sconfitta con la Folgore, ma già prima aveva palesato qualche difficoltà per superare la Tritium in casa e recuperare in extremis il pareggio con la Virtus Ciserano.

Il Caldiero affronterà la Varesina nella terzultima di campionato, il prossimo 21 aprile, in campo avverso. Pro Palazzolo Prima della sfida di domenica scorsa sembrava la squadra più in forma in assoluto. Ma a giudicare dal match con i termali può vantare solo una grande solidità difensiva, ma, onestamente, non può far paura ai ragazzi di mister Soave. Piacenza Forse paga la rincorsa effettuata nell’ultimo mese perché, in attesa del posticipo con l’Arconatese, non viene certo da un momento brillante. Due sconfitte consecutive contro Tritium e Desenzano dicono che la squadra in cui l’ex gialloblù Totò De Vitis ricopre il ruolo di direttore generale è in crisi. Molto dipenderà proprio dalla sfida con l’Arconatese ma intanto deve battere il Club Milano. Tra l’altro il Piacenza farà visita al Caldiero il prossimo 28 marzo.