Dolomiti Bellunesi, Biancheri torna a Montebelluna: «Gara speciale per me e per la squadra»

24.02.2024 12:00 di Francesco Vigliotti   vedi letture
Dolomiti Bellunesi, Biancheri torna a Montebelluna: «Gara speciale per me e per la squadra»

Allo stadio San Vigilio di Montebelluna si è fatto conoscere e apprezzare, a suon di gol e di prestazioni positive. Tanto da attirare su di sé le attenzioni di una società, allora in serie C, come il Piacenza. Ora, però, in quello stesso impianto, Pietro Biancheri tornerà da avversario: con la maglia di una  Dolomiti Bellunesi pronta ad affrontare il Monte Prodeco. E desiderosa di ritrovare punti anche in trasferta, dopo che il Bassano ha spezzato l'imbattibilità esterna. L'appuntamento è per domani (domenica 25 febbraio): palla al centro alle ore 14:30.

Emozioni - Biancheri, ex di turno insieme a De Paoli, scalpita: «Sarà emozionante giocare a Montebelluna, dove ho trascorso sei mesi importanti e vestito i colori di un club che mi ha dato l'opportunità di cimentarmi nel calcio professionistico. È una partita speciale: per me, ma anche per il gruppo perché in palio ci sono punti che pesano». Punti che lo stesso Biancheri ha tolto proprio ai dolomitici, lo scorso 3 aprile 2022, quando era il centravanti del Montebelluna: «In generale, ricordo i sei gol realizzati nello spazio di cinque partite. E la doppietta messa a segno al polisportivo di Belluno, in un match poi concluso col punteggio di 1-3».

Terzo incrocio - Dopo aver archiviato il limpido successo sull'Atletico Castegnato, i dolomitici sono chiamati a vedersela per la terza volta in stagione col Monte Prodeco. Una compagine mai superata nei 90'. Perché in Coppa Italia il successo era maturato solo ai rigori: «È una sfida di rilievo in chiave playoff. E ognuno di noi la dovrà interpretare al meglio: sia chi troverà spazio nell'undici di partenza, sia chi entrerà a partita in corso. Ci aspetta un impegno davvero tosto. Il Monte Prodeco è una squadra ostica e la sua classifica lo dimostra: non è facile da affrontare». E la gara d'andata lo testimonia: «Una volta subiti i due gol, loro hanno difeso nel migliore dei modi e chiuso ogni spazio, mentre noi siamo andati incontro a delle difficoltà in termini di produzione di gioco. Tanto è vero che non abbiamo trovato la via della rete». 

STEP IN PIÙ - In ogni caso, il gruppo di Nicola Zanini è di nuovo sul gradino più basso del podio: «Stiamo portando avanti un bel cammino - riprende Biancheri -. Ora il nostro obiettivo è quello di rimanere in zona playoff e poi proveremo ad agganciare il Treviso, che è a +3». A Montebelluna non ci sarà Caprioni, costretto a scontare l'ultimo turno di squalifica. E neppure Leonardo Mazza, fuori causa fino al termine del campionato per il serio infortunio al ginocchio: «Da qui in avanti - conclude Biancheri - dovremo dare tutto, aiutarci l'uno con l'altro e mettere da parte la sfera individuale. Ragioniamo solo a livello collettivo, per compiere uno step in più e totalizzare il maggior numero di punti. Siamo sulla strada giusta: ci alleniamo al massimo e sempre bene. E il lavoro condotto, ne sono convinto, porterà i risultati auspicati». 

DESIGNAZIONE - L'arbitro designato per l'incontro è Emanuele Waldmann di Frosinone, affiancato dagli assistenti Riccardo Bonicelli di Bergamo e Simone Corbetta.