Per l'Altamura è la prima fuga vera verso la Serie C

Giacomarro se la gode: «Abbiamo vinto da grande squadra, avanti con fiducia in questo rush finale»
27.02.2024 20:00 di Davide Guardabascio   vedi letture
Fonte: Corriere dello Sport
Per l'Altamura è la prima fuga vera verso la Serie C

Non ancora decisivo, ma senz’altro fondamentale: il colpo dell’Altamura a Nardò ha il sapore della sentenza soprattutto per i granata, scivolati a -7 dal gradino più alto del podio blindato, nel mentre, dai biancorossi che, in un 2024 caratterizzato soprattutto da pareggi, mettono in cascina tre punti dal peso rilevante verso la tanto agognata Serie C.

A decidere la contesa Molinaro: non una stagione eccezionale, dal punto di vista realizzativo, per il centravanti calabrese, negli ultimi due anni arrivato sempre in doppia cifra, ma la seconda rete in campionato è stata determinante per regalare ai murgiani una vittoria d’oro contro una diretta concorrente alla promozione. «Abbiamo vinto da squadra – ha sottolineato Giacomarro nell’immediato post-partita – approfittando anche di quelle che sono state le dinamiche del match. In tutta sincerità, tolta la chance di Addae, mi aspettavo molto di più dal Nardò che rimane, in ogni caso, una squadra dall’indiscutibile valore tecnico e qualitativo. Ma penso solo all’Altamura ed era fondamentale vincere qui: si è trattato di un successo troppo importante per il nostro prosieguo».

Come dar torto a Giacomarro che, dall’alto della sua esperienza, avrà certamente pensato che il più è fatto e che, nelle prossime dieci partite, potrebbe bastare il minimo sindacale per regalare alla città il calcio che conta. Numeri strabilianti: 16 partite consecutive senza mai perdere e, anche nei momenti di maggiore difficoltà, i biancorossi hanno mosso, in ogni caso, la graduatoria. Un primo posto che è ad appannaggio della formazione altamurana da inizio campionato e che, adesso, deve soltanto essere difeso dalle grinfi e delle inseguitrici.

E a tal proposito, l’impressione è che l’unica avversaria in scia possa essere il Martina. Domani, i biancazzurri saranno ospiti del Casarano: rossazzurri che, vincendo contro la squadra di Pizzulli e domenica prossima al D’Angelo contro la capolista rientrerebbero in corsa, ma il caso Nunez è uno spauracchio e il rischio che il match vinto col Gravina si trasformi in un nefasto 0-3 a tavolino è concreto.

Al momento, l’Altamura è al primo posto con 50 punti in graduatoria, a seguire c’è il Martina che ne ha 44, ma con una partita ancora da disputare: se i biancazzurri dovessero espugnare il Capozza, la lotta con l’Altamura diverrebbe accesa anche in previsione dello scontro diretto del prossimo 17 marzo al Tursi, viceversa i biancorossi sentirebbero sempre di più l’odore del calcio professionistico.