Questione Partenio, l'accusa del San Tommaso: "Un'odissea"

14.11.2019 21:30 di Redazione NotiziarioCalcio.com   Vedi letture
Questione Partenio, l'accusa del San Tommaso: "Un'odissea"

Comincia a diventare una telenovela la questione Partenio per il San Tommaso: oggi era in programma un nuovo incontro tra Avellino, San Tommaso e vertici comunali in Municipio, ma i rappresentanti dell'Avellino non si sono presentati.Sportchannel ha raccolto la rabbia del dg dei Grifoni Annino Cucciniello: "Abbiamo programmato questo incontro per dare continuità a quello di 21 giorni fa, avevamo accettato tutte le condizioni dell'Avellino e la divisione delle spese, dovevamo vederci il 6 poi rinviato ad oggi 14, ma al tavolo c'eravamo solo noi, il sindaco e l'assessore Giacobbe. L'Avellino forse non ha ricevuto comunicazione o probabilmente erano impegnati a fare altro e ora la storia diventa sempre piu' complessa. Noi abbiamo bisogno di una struttura, tra poco incontreremo squadre come Nola, Palermo e giocare a Montemiletto è uno schiaffo al sindaco e all'Avellino calcio oltre che alla città. Parlare con l'avellino è un muro, non si sa con chi parlare, non si presentano alle riunioni, l'Avellino può anche decidere di morire ma non possiamo morire dietro di loro. Ci stanno portando a una strada senza ritorno, non si può giocare col Palermo in diretta tv nazionale a porte chiuse a Montemiletto, ieri il presidente del Marsala mi ha telefonato preoccupato, dovranno ritornare mercoledì a giocare e c'è di nuovo allerta meteo, ci chiedeva se gli spogliatoi risponderanno allo stesso modo, non sapevo cosa dirgli. Speravo di giocare al Partenio e che oggi avremmo risolto la questione ma chi ha la convenzione avrà alto da far e non si è presentato".