Chieti, Ronzino: "Nel girono di ritorno sarà un altro campionato ma se giochiamo come adesso non ce ne è per nessuno"

Eccellenza Abruzzo
22.12.2018 12:30 di Anna Laura Giannini  articolo letto 153 volte
Fonte: chieti fc
Chieti, Ronzino: "Nel girono di ritorno sarà un altro campionato ma se giochiamo come adesso non ce ne è per nessuno"

Vigilia di Chieti Pontevomano in programma domenica al “Guido Angelini“. Match che sancirà la fine dell’anno solare in casa neroverde. Dopo l’importante successo del “Tommolini” contro il fanalino di coda Martinsicuro, che ha riconsegnato la vetta solitaria alla truppa di Lucarelli. Abbiamo avvicinato il laterale destro fuoriquota  ex Barletta, classe 1999 Sebastiano Ronzino.

Sebastiano, domenica si torna all’Angelini dopo due trasferte consecutive positive, prima con la vittoria sullo Spoltore e poi domenica scorsa sul campo del Martinsicuro che ha ridato la testa della classifica. Sarebbe soddisfacente chiudere l’anno con una vittoria davanti ai vostri tifosi.

“Domenica affronteremo una squadra organizzata, anche se in piena zona play out.  L’obiettivo che ci siamo posti è di continuare la striscia positiva ed aumentare a tre le vittorie consecutive. Ci stiamo allenando bene in tal senso e speriamo di allungare anche sulle dirette inseguitrice per concludere l’anno nel migliore dei modi”.

Domenica scorsa, nonostante l’inferiorità numerica durata per tutto il secondo tempo, avete dimostrato grande compatezza giocando da squadra matura. Con mister Lucarelli avete cambiato passo, rimontando nove punti al Sambuceto.

“l’avvento del mister sulla panchina ha portato tranquillità all’interno dello spogliatoio. Ci stiamo esprimendo su ottimi livelli grazie ai dettami tattici che sono sempre utili per farci rendere al meglio. Siamo un gruppo sano, compatto e in campo ci aiutiamo a vicenda. Se continuiamo così, con questa voglia di crescere di partita in partita possiamo raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati ad inizio anno”.

Come detto dal mister nelle precedenti interviste, ci aspetta un girone di ritorno completamente diverso rispetto al girone di andata, in virtù del calciomercato che ha cambiato il volto a diverse squadre sia in vetta che in coda. Questo può rappresentare un pericolo in più nella corsa verso serie D?

“E’ vero che nel girone di ritorno sarà un altro campionato. Però se noi giochiamo come stiamo facendo adesso, con umiltà, non c’è nessun avversario da temere. Possiamo fare ancora tanto e l’abbiamo dimostrato più volte nel corso delle precedenti partite. Il nostro destino dipende solo da noi”.

In vista del match di domenica all’Angelini, te la senti di fare un appello ai tifosi, di accorrere in massa allo stadio per sostenere la squadra, come fanno sempre.

“I tifosi sono la parte più bella del calcio, senza tifosi il calcio non avrebbe modo di esistere. In particolare i nostri tifosi sono davvero speciali e sempre numerosi nel seguirci. Mi auguro che domenica siano presenti in tanti. Speriamo che a fine gara con i tre punti in tasca possiamo festeggiare questo Natale nel migliore dei modi, insieme a loro naturalmente”.

Siamo quasi a fine anno ed è tempo di bilanci: sei arrivato a Chieti in estate e ti stai ritagliando il tuo spazio nel migliore dei modi, insieme alla pattuglia degli under. Cosa ti aspetti dal 2019?

“Per quanto mi riguarda è stato un anno positivo. Sto cercando di dare il massimo per il bene della squadra, sia negli allenamenti e in partita. Sono abbastanza soddisfatto di quello che ho fatto, so che posso fare di più e posso dare ancora tanto a questa maglia gloriosa, e aiutare questa società a tornare in palcoscenici migliori di quelli attuali“.