Crema, il diggì Baretti a NC: «Il match di Domenica sarà uno spartiacque. Giusto fermare il campionato»

08.04.2021 14:00 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    Vedi letture
Crema, il diggì Baretti a NC: «Il match di Domenica sarà uno spartiacque. Giusto fermare il campionato»

La serie D entra nel vivo. Il quarto campionato d'Italia sta vivendo la sua fase cruciale, con le gare che diventano sempre più importanti. Per questo motivo, la redazione di notiziariocalcio.com, sta intervistando esponenti delle società coinvolte in questo finale di stagione. Il protagonista odierno è Andrea Baretti, direttore generale del Crema: «»

Il girone B è tra i più equilibrati della serie D. Il Crema può rientrare nella lotta promozione?
«Il nostro è un gruppo equilibrato dappertutto, sia in alto che verso il basso: questo sicuramente è una caratteristica che condiziona l'andamento di questo campionato. Giovedì scorso abbiamo capito, sulla nostra pelle, che partite semplice non ci sono. Chiaramente la gara di Domenica contro il Seregno ci dirà tanto: se andiamo a -9 è un conto, se ci avviciniamo i discorsi cambiano. Sarà uno spartiacque il prossimo match».

Lo scorso anno vi siete salvati per centesimi di media punti. Qual è stata la differenza tra questa stagione e quella scorsa?
«L'allenatore ha potuto iniziare la stagione e si è costruito un gruppo da zero, con le sue esigenze, è stato un valore aggiunto finora. Poi la società ha cercato di tenere una linea un po' più di valorizzazione di alcuni ragazzi; non ci aspettavamo che tutti dessero determinate risposte, ma fortunatamente siamo stati stupiti in positivo. Abbiamo fatto esordire quattro giovani del nostro settore e questo sarà un obiettivo anche del futuro».

La LND ha deciso, per alcuni gironi, di fermare il campionato dal 25 aprile per poter disputare i recuperi. Scelta giusta?
«Sicuramente giusta. Andare a giocare le ultime giornate di campionato senza avere lo stesso numero di partite, mi sembra un po' complicato. Non posso pensare di arrivare a fine anno, in cui si cerca di avere addirittura la concomitanza, con partite in meno rispetto ad altre. Noi abbiamo avuto la fortuna di stare in pari per tutte, speriamo che non ci siano casi covid che rovinino questo finale».

In società si pensa ad un Crema in Lega Pro?
«In questo momento purtroppo non è facile pensare oltre un certo periodo. L'obiettivo che abbiamo raggiunto adesso non deve farci dimenticare da dove siamo partiti: a giugno avevamo tantissimi dubbi, anche economici, visto il periodo. Abbiamo ottimizzato al meglio tutto quello che abbiamo investito, difficile pensare ad altro: più semplice volerci confermare e ripetere una stagione come quella che stiamo vivendo».