Polisportiva San Giuseppe, Annunziata: «Non cambia il nostro obiettivo»

Promozione Campania
01.08.2020 01:15 di Nicolas Lopez   Vedi letture
Polisportiva San Giuseppe, Annunziata: «Non cambia il nostro obiettivo»

Parola al direttore. Definita per gran parte la rosa della prima squadra della Polisportiva San Giuseppe, affidata nelle sapienti mani di mister Di Martino, è Antonio Annunziata, neo-diesse del sodalizio gialloblù, a prendersi la scena, tracciando un bilancio - seppur parziale - dei movimenti effettuati dal club fino ad arrivare alla situazione generale che il calcio dilettantistico sta vivendo ai tempi del Covid-19.


Primo step dedicato al mercato: "Il girone di ritorno aveva restituito certezze. L'obiettivo del club era dunque quello di confermare in blocco il gruppo, per continuare il percorso intrapreso nell'ultima stagione. Sono rimasti quasi tutti, fatta eccezione per un paio di ragazzi, direi che in questo senso il lavoro della società sia stato più che eccellente".


L'obiettivo principale resta la salvezza: "E non potrebbe essere altrimenti. La politica del club non cambia: ogni anno peschiamo dal nostro settore giovanile per valorizzare il nostro vivaio. Eccezion fatta per Casillo e Dolgetta, talenti purissimi, che siamo riusciti a prelevare dalla Sarnese. L'obiettivo è alla portata del gruppo, senza dimenticare il nostro più grande handicap, ossia il fattore campo. Da anni siamo costretti a girovagare per la Campania, il nostro amato "Comunale" è in uno stato di abbandono e, in questo senso, l'amministrazione comunale, nonostante le promesse, non ha mai fornito alcuna svolta".


Parentesi conclusiva dedicata al Coronavirus che rischia di condizionare anche l'inizio della prossima stagione: "Sono un ottimista per natura. Negli ultimi tempi le cose stavano andando per il meglio poi però negli ultimi giorni sembra sia tornata un po' d'apprensione. Il peggio sembra ormai alle spalle ma non bisogna assolutamente abbassare la guardia. In termini di prevenzione c'è ancora tanto da fare, in questo senso il Comitato regionale deve al più presto fornirci indicazioni per salvaguardare la salute dei nostri tesserati. Condivido a pieno il grido d'allarme del presidente della Lega Nazionale Dilettanti, Cosimo Sibilia. Settembre è vicino, eppure soluzioni o protocolli vari per i dilettanti sono ancora al vaglio...".