Acr Messina, Novelli: «Vinto contro un'ottima Acireale»

07.03.2021 18:58 di Davide Guardabascio   Vedi letture
Acr Messina, Novelli: «Vinto contro un'ottima Acireale»

Continua la corsa della Acr Messina che vince anche contro l'Acireale e conferma le ambizioni di classifica. Ad analizzare il successo come sempre è l'allenatore dei peloritani.

Queste le parole di Raffaele Novelli: «Successo voluto, cercato e meritato. Abbiamo vinto contro un'ottima Acireale. Sapevamo che avremmo trovato una squadra motivata anche per il cambio di panchina che porta sempre a delle reazioni e infatti è una squadra che ha giocato diversamente rispetto a prima. Dico sempre che bisogna crescere, ogni successo deve essere un punto di partenza, se pensiamo sia un punto d'arrivo nella gara seguente avremo difficoltà. Ogni partita poi è in grado di darti conferme su dove siamo. Inizialmente non ha concesso tanto e abbiamo avuto qualche difficoltà nei primi venti, venticinque minuti. Forse abbiamo peccato nel fare qualche tocco in più quando invece bisognava muovere la palla più velocemente per trovare gli spazi. Penso però che dal 25' in poi la squadra ha iniziato a salire. Abbiamo avuto diverse occasioni, sapevamo benissimo di non poterci permettere di commettere errori perché questa è una squadra che ha giocatori importanti e in grado di farti subito male se sbagli. Siamo stati continui in alcune parti del campo e questo ha pagato. Il campionato è lunghissimo. Ovviamente è stato importante vincere qui com'è stato vincere nelle occasioni precedenti. Su qeusto aspetto noi dobbiamo lavorare e creare ogni partita i presupposti di crescita, perché è la crescita che ti può portare alla continuità. Non bisogna esaltarsi quando si vince né deprimersi in situazioni negative, che abbiamo attraversato in passato e possono sempre accadere. Se uno credere in ciò che fa dà continuità, se no siamo frutto di piccoli episodi. Abbiamo messo qualcosa di diverso rispetto al passato per completare quanto fatto fin qui, dando continuità nelle due fasi di gioco. Penso che siamo sulla strada giusta. La sosta di questa settimana? Mi faccio venire il mal di testa a pensare se sia giusto o meno fermarsi. Il regolamento e il calendario dicono questo e quindi va bene così. Avremo tempo per lavorare e correggere gli errori fatti, perché è vero che abbiamo fatto cose buone ma qualche errore c'è sempre. Bisogna far sì che alcune situazioni siano migliori, quindi ridurre questi errori e così correre di meno in fase di non possesso. Molte volte ci chiudiamo in un lato e non riusciamo ad andare dall'altro, dal lato debole avversario magari. C'è disponibilità da parte del gruppo e devo dire che queste vittorie non appartengono a undici ma a un gruppo compatto e coeso che ha qualità d'intenti».