Caronnese, mister Gatti: "Ambizioni sempre alte"

13.07.2020 14:30 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    Vedi letture
Caronnese, mister Gatti: "Ambizioni sempre alte"

La Caronnese si sta preparando all’avvio della nuova stagione e dopo il direttore sportivo del settore prima squadra Raffaele Ferrara è toccato a mister Roberto Gatti parlare della prossima annata sportiva anche se ancora non ci sono date precise sulla ripartenza: “La stagione nasce chiaramente al buio per tutti. Penso che qualcosina cambierà: mi aspetto un po’ di ridimensionamento da parte di tutte le squadre. Si parla che si inizierà dalla terza settimana di settembre e non vediamo l’ora di tornare in campo. Noi come Caronnese vogliamo ripeterci su alti livelli come fatto nella passata stagione”.

La squadra prenderà forma nella prossime settimane anche se non ci sarà un ribaltone come nella passata stagione: “La nostra ambizione è quella di essere semprecompetitivi. A livello di rosa con il direttore ci stiamo guardando attorno e qualcosa sarà cambiato di sicuro rispetto all’anno scorso ma ancora è presto per fare nomi”.

La nuova stagione ripartirà nel segno della continuità e dell’assenza assordante del Presidente Augusto Reina, qui Gatti è netto: “Sono sicuro che la Caronnese stia pensando al modo in cui ricordarlo tramandandolo alle prossime generazioni: lui è stato un importantissimo punto di riferimento per quello che in tutti questi anni ha fatto alla Caronnese e per la città di Caronno”.

Il tecnico rossoblù ha poi chiuso sul tema con una riflessione: “Dopo il funerale del Presidente non si è più giocato per via del Covid-19. Sarà una casualità ma penso che sia una cosa bella ripartire nel suo nome”.

Gatti ha poi concluso il suo intervento parlando degli obiettivi della prossima stagione: “Quando fai una buona stagione l’anno dopo con tutta l’umiltà del mondo devi cercare di migliorare qualcosa, alzare l’asticella, poi se ci saranno squadre più forti tanto di cappello ma noi cercheremo di essere competitivi al massimo. Ci sono tanti giocatori “fatti in casa” che arrivano dal settore giovanile e dobbiamo crederci sulle loro potenzialità: sono sicuro che ognuno di loro potrà avere la possibilità di esplodere in prima squadra. Le ambizioni come sempre sono alte e cercheremo di onorare al meglio la stagione”.