Cioffi messaggio a Morgia: «Battagliamo per i nostri diritti. Chi dovrebbe farlo pensa solo alla poltrona...»

23.01.2021 12:30 di Maria Lopez   Vedi letture
Cioffi messaggio a Morgia: «Battagliamo per i nostri diritti. Chi dovrebbe farlo pensa solo alla poltrona...»

Renato Cioffi scrive a Massimo Morgia. Il tecnico irpino ha sfruttato i social per mandare un messaggio al suo collega che da sempre stima. Una richiesta di unione di intenti per lottare per i diritti degli allenatori che sembra quanto mai appropiata soprattutto in questo momento in cui tutti i problemi si sono acuiti a causa della crisi pandemica che ha aggravato le condizioni del movimento calcistico italiano soprattutto dal punto di vista economico.

Queste le parole di Renato Cioffi: Caro Massimo, visto che, chi dovrebbe tutelarci (AIAC) pensa solo a fare iscrizioni e alla poltrona di comando, anche se da soli, battagliamo per i nostri diritti e soprattutto per la libertà degli allenatori, è impensabile che nel 2021, dove si parla di svincolo sportivo (io non sono d'accordo perché sarebbe la fine delle società dilettanti) i calciatori possono cambiare tre squadre nella stessa annata (Professionisti) nei dilettanti fino a che possono, non vedo il motivo (regola solo italiana) perché il tecnico non può avere la libertà di scelta, almeno in una sola sessione di mercato. Inoltre mi fa specie che i Presidenti di tutte le società calcistiche, non combattono per aggiornare questa regola di vincolo, visto che può essere un vantaggio per loro stessi. Un abbraccio a te, alle società e tutti i colleghi in difficoltà.