Grosseto, Magrini: "Voglio risultati e bel gioco. Under? Ecco dove..."

23.06.2019 16:00 di Ermanno Marino   Vedi letture
Grosseto, Magrini: "Voglio risultati e bel gioco. Under? Ecco dove..."

Il Grosseto finalmente tornerà a calcare i campi da gioco della Serie D. Intendiamoci, è solo il primo passo per una piazza che merita ben altri palcoscenici così come sa bene la società che giustamente sta cercando di crescere gradualmente e far crescere con essa il progetto sportivo.

Alla guida dei toscani ci sarà ancora Lamberto Magrini (58) arrivato lo scorso gennaio al posto di Sebastiano Miano e protagonista del decisivo passaggio di campionato che ha portato il Grosseto nella massima serie dilettantistica nazionale.

In una intervista al quotidiano "Il Tirreno", l'allenatore ha fatto un po' il punto della situazione: "Il 15 di luglio, salvo cambiamenti in corsa, ci ritroveremo per l’inizio della preparazione e per quella che sarà certamente una stagione esaltante. Staremo in città non è il tempo di andare a spendere soldi per il precampionato. Primi movimenti di mercato? Vedo un San Donato Tavarnelle che sta lavorando bene e che sta costruendo una squadra molto forte. Per il resto, è ancora presto. Noi abbiamo una buona base di partenza e su questa vogliamo inserire solo giocatori con voglia e motivazioni. Prendete per esempio Polidori che in difesa può giocare praticamente in tutte le posizioni; non lo conoscevo, ma mi è bastato informarmi e parlare di persona con il ragazzo, persona molto seria, per capire che è uno che nel nostro progetto ci sta benissimo. Dopo di che, noi dobbiamo pensare a fare un bel calcio e cercare di portare a casa i risultati. Insomma, la voglia di fare un bel campionato c’è tutta da parte nostra. Under? L’idea è quella di averne uno in porta, due sugli esterni della difesa a 4 e uno a centrocampo. Arriverà un portiere classe 2000? «È così. Abbiamo stima e fiducia per Nunziatini che è 99, ma questa scelta ci dà la possibilità di avere più varianti. Vedremo di volta in volta quale under mettere dentro e in quale posizione. Per esempio arriverà anche un terzino sinistro del 2001. Sistema di gioco che resterà invariato, col 4-3-1-2? Ripartiremo da quello, sì. Vorrei dare continuità, ma se non dovesse funzionare, si cambierà. Sempre provando ad abbinare i risultati al bel gioco, quando sarà possibile".