Il Savoia batte il Troina in pieno recupero: decide una perla di Scalzone

15.12.2019 19:15 di Francesco Pizzoccheri   Vedi letture
Il Savoia batte il Troina in pieno recupero: decide una perla di Scalzone

Vittoria al fotofinish del Savoia che vince a Troia con un gol di Scalzone al 92'.

Il Savoia di Mister Parlato si schiera con il consueto 3-5-2: Coppola; Dionisi, Guastamacchia, Poziello; Rondinella, Tascone, Gatto, Osuji, Oyewale; Cerone, Diakitè. Il Troina di Boncore risponde con: Calandra, Cinquemani, Akrapovic, Saba, Raia, Calaiò, De Santis, Daqoune, Fernandez, Camacho e Fruci. Al 3’ Diakitè approfitta di un retropassaggio errato del Troina e si invola, palla al piede, verso l’area: calcia rasoterra ma troppo debolmente e non spaventa la difesa rossoblu. 5 minuti dopo, punizione da zona centrale: calcia Cerone, Calandra blocca in sicurezza. Minuto 13, Osuji attacca la linea di fondo e crossa al centro: tocco sospetto in area ma l’arbitro fa giocare. Cresce il nervosismo in campo, il direttore di gara mostra il giallo sia a Cerone che a Saba. Bella trama di gioco sulla trequarti avversaria, costruita da Gatto, Tascone e Cerone al 23’: peccato che il servizio per Diakitè sia un pizzico lungo. Passano 120 secondi ed il Troina tenta di affacciarsi dalle parti di Coppola: conclusione di Daqoune dalla lunga distanza, che termina di molto oltre la traversa. Giallo anche per Gatto, reo di aver commesso un intervento irregolare su Saba. Al 32’ punizione calciata in maniera insidiosa da Akrapovic, Coppola intuisce la traiettoria e devia in angolo. Anche Daqoune finisce sul taccuino degli ammoniti, a causa di un colpo proibito nell’area dei Bianchi. Minuto 39, Diakitè approfitta di un buon pallone proveniente dalla fascia destra e carica la conclusione: sfera parata da Calandra. Al 45esimo Oyewale salta, nettamente, il diretto marcatore ed attacca il fondo, palla rigettata fuori dalla difesa del Troina: Gatto si avventa sulla sfera e tenta il cross morbido ma non trova nessun compagno in area. Si va all’intervallo sul risultato di 0-0.

Il secondo tempo si apre con la combinazione rasoterra, da calcio d’angolo, tra Gatto e Cerone, con il numero 10 che disegna uno splendido cross per il colpo di testa di Poziello ma la palla si spegne, di poco, oltre la traversa. Al nono minuto, Parlato schiera Scalzone al posto di Cerone, non in perfette condizioni fisiche. 4 giri d’orologio dopo Saba guida e finalizza una transizione offensiva rapida, Coppola compie una parata strepitosa e concede soltanto calcio d’angolo ai siciliani. Al quarto d’ora, arriva il doppio cambio: Orlando-Diakitè e Bamba-Fruci. Sul taccuino dei “cattivi” finisce anche Tascone, quando il cronometro segna 25’. 180 secondi dopo, Guastamacchia si stacca dalla linea difensiva e propone gioco, Osuji controlla e va al tiro dal limite ma senza centrare la porta. Alla mezz’ora è Scalzone a danzare sulla palla, aprendosi un varco per andare al tiro ma la difesa del Troina respinge. 2 giri d’orologio dopo Mister Parlato si gioca la carta Romano e richiama Osuji in panchina. Cartellino giallo all’indirizzo di Calandra, reo di aver perso troppo tempo prima di battere la rimessa dal fondo. Mister Parlato schiera un Savoia super offensivo, inserendo Paudice per Rondinella quando il cronometro segna 38 minuti. Passano due giri d’orologio ed è proprio Paudice a calciare in porta, dopo un’ottima giocata in dribbling di Oyewale, ma trova i guantoni del portiere rossoblu. Boncore manda in campo il neo acquisto Dampha, al posto di Camacho. Al 47esimo Scalzone sblocca il match: si porta la palla sul destro e si inventa un gol pazzesco! Dopo 6 minuti di recupero, l’arbitro fischia tre volte ed è apoteosi al “Silvio Proto”