Montagne russe ad Ischia: alla fine la spunta la Cavese 3-2

01.10.2023 17:51 di  Redazione NotiziarioCalcio.com  Twitter:    vedi letture
Fonte: tuttocavese.com
Montagne russe ad Ischia: alla fine la spunta la Cavese 3-2

Una folle Cavese capace di complicarsi la vita da sola vince per 2-3 contro un' Ischia che non ha mollato di un centimetro. 

Al Mazzella, i biancoblù seguiti da circa 450 aficionados blufoncé si portano in vantaggio al 7' con Foggia, abile a sorprendere Gemito da fuori area. Sembrerebbe un monologo blufoncé, difatti in 3-4 minuti la Cavese ha 2-3 palle nitide per raddoppiare sempre con Foggia, ma la difesa ischitana salva sempre sull'ultima battuta.

Su una di queste azioni salvate dall'Ischia si passa dal possibile 0-2 al risultato di 1-1. Errore di Fraraccio che non difende bene la sfera, ne approfitta Baldassi e il numero 19 non può che stenderlo in area, calcio di rigore per l'Ischia.

Errore da dividere tra Boffelli e Fraraccio, che non si sono capiti, da qui calcio di rigore per l'Ischia che la pareggia con Talamo che batte Boffelli per il parziale pareggio.

Al minuto 40 l'Ischia va vicino al gol con Baldassi che di testa impegna severamente Boffelli, nella respinta Damiano la spara alta. Si chiude così un primo tempo ricco di emozioni, primi venti monologo metelliano, poi alla lunga è uscita l'Ischa. 


Al 48' la Cavese subisce il 2-1, segna ancora Talamo che approfitta di un'errore di Boffelli che esce in maniera avventata, l'ex Nocerina ne approfitta e batte l'estremo difensore metelliano.

Ma al minuto 58 c'è lo spartiacque del match:  la Cavese approfitta di un calcio di rigore, Foggia viene atterato in area di rigore, lo stesso numero 9 va dal dischetto e batte Gemito per il 2-2. 
Un minuto dopo gli aquilotti vanno addirittura in vantaggio, tiro di Fraraccio dalla distanza e sfera che va in rete complice una deviazione di un difensore dell'Ischia, Fracaccio così si fa perdonare in parte per il rigore subito e fa esplodere la torcida metelliana.

L'Ischia non molla, infatti al 75' Baldassi esplode un destro bellissimo dai 30 metri, palla deviata da un calciatore aquilotto e che si impenna alta sopra la traversa.  

Non serve a nulla, però il forcing finale ischitano. La Cavese soffrendo e pungendo al momento giusto batte l'Ischia per 2-3 e sfata il tabù Mazzella, campo dove i metelliani non vincevano dal 1973.

Con questa vittoria complice anche il pareggio in extremis dell'Ardea ai danni della Nocerina, i metelliani sono secondi in classifica a 9 punti ad un punto dal Cynthialbalonga.

Il tabellino del match:

Ischia (4-3-3): Gemito, Flori, Ballirano (91' Ballirano), Trofa (69' Pinto), Montuori (85' Cibelli), Pastore, Talamo, Alcamone, Giacomarro (60' Maiorano), Baldassi, Damiano (66' Quirino). 
A disposizione: Vivace, Chiarello, Bisogno, Di Meglio, Buono. All. Buonocore


Cavese (4-2-3-1): Boffelli; Fraraccio, Troest, Magri, Polanco (46' Collura); Urso (56' Sowe), Konate, Mori (56' Chiarella),  Antonelli (85'Ospitaleche), Felleca; Foggia (81'  De Rosa). 
A disposizione: Barone, Cinque, Sette, Addessi. All. Cinelli


Reti: 7' Foggia (C) - 23' Talamo (I) - 48' Talamo (I) - 59' Foggia (C) - 61' Fraraccio (C)
Ammoniti : Polanco (C) - Maiorano (I)