Ragusa, lascia il dt Napolitano: "Impossibile lavorare con Biasin..."

23.09.2013 20:00 di Giovanni Pisano   vedi letture
Ragusa, lascia il dt Napolitano: "Impossibile lavorare con Biasin..."

Nuovo scossone in casa Ragusa dove si è dimesso il direttore tecnico Riccardo Napolitano. In una lunga lettera, Napolitano ha attaccato duramente Giulio Biasin, consulente di mercato del club.

"Da Direttore Tecnico onestamente non posso più accettare di lavorare con gente come Giulio Biasin che finora ha creato solo grossi danni al Ragusa e grosse delusioni e soprattutto illusioni ai tifosi e alla citta di Ragusa, che sicuramente merita più rispetto e più competenza!!! Non accetto più di lavorare al fianco di persone che sanno parlare solo su facebook e poco con i fatti....io non sopporto più atteggiamenti di questo tipo che non sono per niente professionali....e quindi non compatibili con il mio modo di lavorare!!!! Non posso stare più a leggere notizie su notizie promesse su promesse peraltro tutte non attendibili alla realtà dei fatti!!!
Ragusa merita rispetto e io se vedo che questo viene a mancare..... mi distacco.... per questo motivo ho deciso di rassegnare le mie dimissioni!!!
E un presidente non può permettersi personaggi di questo tipo peraltro rimanendo sempre distanti da Ragusa!!!!!
Qui la verità è che io non voglio più ricoprire un ruolo che poi svolge Giulio Biasin da casa sua, peraltro in maniera poco redditizia sotto il profilo dei punti in classifica e quindi dei risultati....e metterci la mia faccia!!!!
Qualcun altro è andato via credo per lo stesso motivo....
Ringrazio Ragusa e i suoi tifosi che mi hanno trattato sempre benissimo e auguro a loro tutti i migliori risultati. 
Vado via perché un procuratore non può permettersi di fare certe dichiarazioni ogni 5 minuti e non può passarla sempre liscia anche se mette in discussione il Mister.
Il calcio è un'altra cosa. ...e mi scuso per aver diffuso personalmente su Facebook le mie dimissioni..... ma la mia presa di posizione è stata appositamente messa su facebook perché voglio che sia anche un po' sarcastica nei confronti di qualcuno. "
Riccardo Napolitano