Serie D campionato mangia allenatori? Già 59 le società che hanno cambiato

03.03.2021 14:00 di Anna Laura Giannini   Vedi letture
Fonte: Tuttosport
Serie D campionato mangia allenatori? Già 59 le società che hanno cambiato

Panchine roventi in quarta serie dove su166 sodalizi salgono a 59 le società che hanno cambiato almeno una volta l’alle­natore con 81 avvicendamenti.

Dopo la decima sconfitta, quinta di fila do­menica ad Imperia, una vittoria nelle ulti­me 14 partite, esonerato Luca Pellegrini dopo 39 mesi alla guida dei leoncelli por­tati dalla Prima Categoria alla D.

Il presidente Fabio Tóso ha scelto Giovan­ni Zichella (56 anni), in carriera 19 stagio­ni nelle giovanili nel Torino dove ha lavo­rato in tutte le categoria sino alla Primave­ra. Un biennio allivellino da vice ad An­tonello Cuccureddu vincendo la C, poi la Primavera degli irpini in B. Tre anni al Valle d'Aosta dove ha vinto la D e allena­to in C2, un biennio al Chieri in D con un secondo e un quarto posto, in C da vice alla Feralpisalò ed al Teramo, dove ha poi guidato la prima squadra degli abruzzesi. Nel Torino ha lanciato giocatori come Quagliatila, Balzaretti, Marchetti e Calaiò.

La dirigenza del Derthona ha deciso di dare una svolta per arginare una crisi che aveva attanagliato la squadra, in caduta li­bera da tre mesi, la scelta è caduta su un tecnico esperto che conosce la D, per non perdere lamassima categoria dei Dilettan­ti, sapendo di avere basi solide economi­camente con ambizioni future, un organi­co con ex professionisti come i difensori Emiliano e Tordini, l'attaccate Concas in B con Varese e Carpi.

Alla Lavagne se esonerato Giovanili Nucera dopo sei sconfitte nelle ultime sette gare. Il presidente Stefano Compagnoni ha scelto Cristiano Masittu (48 anni) ex at­taccante dei bianconeri liguri nel biennio 2006-2008, con Vicenza, Ravenna e Cese­na 27 presenze in B, con Spezia, Carpi, Sa­voia, Cesena, Como, Carrarese e Lucchese 164 gare e 44 reti in C; con Alessandria, Florentia Viola, Bassano e lesolo 33 pre­senze e 4 gol in C2; con Sarzanese, Rovi­go, Sandonà e Lavagnese 129 presenze e 41 gol in D, delle quali con la Lavagnese 16 reti in 58 gare. Da allenatore Sandonà, Montebelluna, Monselice, Thermal Abano, S. Paolo Padova, Campodarsego e Triestina in D, nella passata stagione il vice di Stefa­no Sottili nella Feralpisalò. Rimane come vice Ranieri. «Abbiamo voluto una perso­na che conosce la nostra realtà per averci giocato, siamo convinti che saprà centra­re l'obiettivo della salvezza che è alla por­tata del gruppo che gli è stato affidato» af­ferma il ds Simone Adoni della Lavagnese tra le veterane della D che disputa per la 19a stagione consecutiva. Dopo la separa­zione con Arnaldo Franzini, una gara con Zoran Giorgiev i brianzoli del Seregno (B) promuovono il giocatore il brasiliano Car­los Clay Franca. Doppio cambio nel giro­ne I: nei calabresi del Castrovillari Nicola Terranova subentra ad Ivan Franceschi­ni. Si separano consensualmente il tecni­co Giuseppe Pagana e l'Acireale.