Galli spegne gli entusiasmi: «Natale? Scordiamoci i grandi cenoni...a Ferragosto ci siamo giocati tutto»

12.11.2020 11:15 di Anna Laura Giannini   Vedi letture
Galli spegne gli entusiasmi: «Natale? Scordiamoci i grandi cenoni...a Ferragosto ci siamo giocati tutto»

«Anche nella migliore delle ipotesi non possiamo trasformare il prossimo Natale nel Ferragosto scorso quando ci siamo giocati tutto, perché il virus era alle nostre spalle solo per pugnalarci. Scordiamoci i grandi cenoni con le famiglie allargate».

A spegnere eventuali entusiasmi per i primi, timidi ma pur sempre positivi risultati dell'ultimo DPCM, è l'infettivologo Massimo Galli, primario di Malattie infettive all'ospedale del Sacco di Milano, intervenuto ieri sera a Cartabianca, programma in onda su Rai Tre.

«Alla luce dei numeri, se gli interventi non funzionassero arriveremmo a Natale nel pieno della seconda ondata. Se funzioneranno, dovremo adeguarci a una riapertura graduale e a molte cautele, per non ripetere quanto già successo a Ferragosto. Rispetto alla scorsa primavera, quando la gente era impaurita, ma solidale e disponibile a seguire le disposizioni, ora c'è molta stanchezza e anche molta rabbia. Posizioni irrazionali trovano molto più spazio».