UFFICIALE: Sangiustese, arriva Carta dalla Vis Pesaro

30.01.2019 12:30 di Davide Guardabascio   Vedi letture
UFFICIALE: Sangiustese, arriva Carta dalla Vis Pesaro

Un altro sardo approda alla Sangiustese. Dopo l’arrivo la scorsa estate dell’esperto direttore generale Alessandro Cossu, è Ignazio Carta, centrocampista nato a Cagliari, il nome scelto per andare a rinfoltire la rosa a disposizione di mister Senigagliesi per affrontare al meglio la seconda parte di stagione.

Classe 1991, Carta, ex Latina e Savona, è un mediano duttile e di spessore. Proveniente dalla Vis Pesaro, la sua carriera è già ricca di tantissime presenze e vittorie (anche qualche gol) sia in Serie D che soprattutto in C.

Carta è immediatamente disponibile e si aggregherà sin da subito al gruppo che domani scenderà in campo a Campobasso per il recupero del primo turno della prima gara girone di ritorno.

 “La Sangiustese l’avevo affrontata due volte da avversario nella scorsa stagione. Mi aveva impressionato per come giocava. Reputo il mister molto bravo e sono contento che sia rimasto.  Anche quest’anno si sta lavorando bene e la classifica lo dimostra. Il Direttore già a dicembre mi aveva corteggiato e sono felice che ora siamo riusciti a concludere l’operazione”.

Ed è quindi il Direttore Cossu a far calare il sipario sulla bella prestazione di sabato a Cesena e a spendere delle belle parole per il nuovo arrivato.

“Carta è un giocatore che ci piaceva da tempo. Siamo contenti abbia scelto proprio la Sangiustese. Abbiamo atteso il momento giusto. La nostra rosa, come è stato evidente a Cesena, è fatta di ragazzi fantastici ed encomiabili, ma è un po’ corta. Ora che purtroppo Luca Patrizi ha subito un infortunio che lo terrà lontano dai campi per circa un mese, grazie ai Presidenti, abbiamo deciso di tornare sul mercato. Ignazio può aiutarci a raggiungere il prima possibile la salvezza, che è e rimane l’obiettivo che noi festeggeremo. Poi vedremo se ci sarà altro”.

“Inoltre – ha proseguito Cossu per chiudere l‘argomento Cesena – vorrei ringraziare tutti i tifosi che ci hanno seguito. Siamo stati davvero orgogliosi di averli con noi. Una sola cosa, e questo lo dico non a nome della Società, ma ci tengo a rimarcarlo, a titolo mio personale, mi è dispiaciuta. Dopo cinque mesi che ho dedicato a tessere i rapporti con l’Amministrazione Comunale, specie con le persone del Sindaco e dell’Assessore allo Sport, credo riuscendo ad avere un dialogo costruttivo, sono stato un po’ deluso a livello personale di non aver ricevuto da loro neanche una telefonata. Pensavo facesse loro piacere che la squadra che porta con onore il nome della propria città andasse a giocare una partita così importante in uno stadio così prestigioso come quello di Cesena. Non pretendevo che fossero venuti con noi in tribuna con la sciarpa al collo, come mi è capitato in tante altre realtà calcistiche, però credo che sarebbe stato giusto ricevere da parte loro un incoraggiamento o dei complimenti, non tanto dopo per come è andata la partita, ma addirittura prima di andare per il buon lavoro fatto fino a questo momento. Quando il Cesena è venuto da noi nel girone di andata, Monte San Giusto e la Sangiustese che è la squadra che la rappresenta non erano così conosciute e apprezzate come ora. Adesso tutti sanno chi siamo ed il Cesena ci ha rinnovato i complimenti per l’accoglienza ricevuta al Comunale anche grazie al loro contributo”.