Bencivenga esalta il Pomezia: “Atteggiamento, organizzazione e voglia di vincere”

Eccellenza Lazio
01.02.2019 13:30 di Maria Lopez  articolo letto 161 volte
Bencivenga esalta il Pomezia: “Atteggiamento, organizzazione e voglia di vincere”

Nella giornata che ha nuovamente esaltato le doti realizzative di Victor Gomez e che ha proiettato il Pomezia al secondo posto del Girone B di Eccellenza in compagnia dell’Audace, tra le tante indicazioni positive emerse dal successo sull’Arce il pubblico di fede rossoblù ha potuto apprezzare l’impeccabile prestazione di Pietro Bencivenga.

Fin dal suo arrivo in via Varrone, l’esterno sinistro classe 1997 si è calato con bravura e personalità in un ambiente assai competitivo, venendo accolto con favore anche dai senatori del gruppo. “Qui a Pomezia mi sto trovando bene con tutti, sia con i dirigenti che con i compagni di squadra – conferma il giocatore – Ad Aprilia non avevo più lo spazio che ritenevo giusto e così ho deciso di muovermi, abbracciando il progetto di quella che considero una delle realtà più intriganti del calcio laziale”.

I tifosi, come detto, a poco a poco stanno scoprendo le qualità di un calciatore dal rendimento costante.
“Mi ritengo un ragazzo intelligente e che prova sempre a migliorarsi – prosegue Bencivenga – In campo sono un calciatore ordinato e pulito nelle entrate, fuori sono uno che cerca di ascoltare i consigli, specie dai compagni più esperti. Con i grandi del gruppo mi trovo a mio agio, mi piace e condivido il loro modo di fare. Sanno utilizzare il bastone e la carota, a seconda delle situazioni, ed in questo modo i ragazzi più giovani possono godere dei loro insegnamenti”.

Il Pomezia è reduce da una superba prestazione corale contro la formazione di mister Campolo.
“Dal campo abbiamo dimostrato tre qualità: l’atteggiamento giusto, un’ottima organizzazione sotto il profilo tattivo ed una voglia feroce di prenderci il risultato – riflette il laterale mancino di Cristiano Gagliarducci – A mio giudizio, queste qualità le avevamo evidenziate anche contro Pro Calcio Tor Sapienza ed Ottavia, ma in quei casi non siamo stati fortunati. La strada è quella giusta, dobbiamo continuare così”.

Domenica prossima i rossoblù saranno di scena ad Ausonia, un altro test difficile sulla strada che conduce ad un sogno chiamato Serie D.
“A mio giudizio, la loro classifica non rispecchia pienamente il valore dei calciatori che hanno in organico – avverte Bencivenga – Forse avrebbero potuto giocarsi diversamente le loro carte in questo campionato, vista la presenza in rosa di gente esperta e che in passato ha dimostrato di saper vincere. Ora sono abbastanza attardati in classifica, ma sarà comunque una partita difficile”.

Il finale è dedicato agli obiettivi da raggiungere in questa stagione.
“Mi auguro di poter essere importante per il Pomezia e di aiutare in maniera concreta la squadra a raggiungere l’obiettivo che la società ha fissato da tempo – chiosa Bencivenga – In aggiunta a questo, spero di poter proseguire nel mio percorso di crescita”.