Ostiamare, Lardone ad NC: «Giusto annullare la Coppa. Stagione potenzialmente a rischio... ecco cosa farei»

14.09.2020 09:00 di Maria Lopez   Vedi letture
Ostiamare, Lardone ad NC: «Giusto annullare la Coppa. Stagione potenzialmente a rischio... ecco cosa farei»

Dopo l'ottimo campionato scorso, l'Ostiamare si presenterà ai nastri di partenza della prossima stagione come una delle squadre che punteranno ad un campionato da vertice.

A guidare i biancoviola sarà Massimo Bonanni, ex calciatore che tutti ricordano per il suo passato illustre, che è passato dal guidare le giovanili dell'Ostiamare fino ad arrivare, ora, in prima squadra. Una gran voglia di fare bene anche da parte del tecnico, quindi, che si misurerà per la prima volta in un campionato agonistico come guida tecnica.

Per parlare di Ostiamare, però, nessuno è più adatto del presidente Luigi Lardone che, gentilmente, si è concesso alla redazione di NotiziarioCalcio.com.

Presidente, andiamo subito al sodo: con quali obiettivi si appresta l'Ostiamare ad affrontare la nuova stagione? Alla luce, anche, dell'ottima stagione scorsa.
«Puntiamo ad essere protagonisti e a divertirci. La squadra in gran parte è la stessa dello scorso anno, e il nostro mister Massimo Bonanni, è quanto di meglio potessimo scegliere. Ci sono tutte le condizioni per poter far bene. Ci dispiace dover giocare a porte chiuse e non avere il supporto dei nostri tifosi, speriamo che questa condizione duri il meno possibile».

Cosa pensa del protocollo sanitario? Quali sono gli aspetti più complicati logisticamente?
«L’unico punto complicato è come deve essere considerato il calciatore malato di Covid. Ovviamente non abbiamo la possibilità economica di fare tamponi in continuazione o far vivere i calciatori sotto una campana di vetro come forse è possibile per il calcio professionistico pertanto non vedo molto margine di manovra rispetto a quanto previsto ovvero quarantena per lui per la squadra, per gli avversari della partita precedente...».

La LND ha deciso di annullare l'edizione della Coppa Italia 2020-2021. Lei è d'accordo con questa decisione?
«Si decisamente. Questa sarà una stagione complicata con possibili stop e potenzialmente moltissimi recuperi. Dobbiamo però assolutamente evitare che si assegnino titoli e retrocessioni a “tavolino”. Se fossi ai vertici della LND preparerei anche un piano B nel caso non fosse possibile concludere la stagione. Ad esempio determinerei che se entro il 15 marzo non sono state fatte un certo numero di giornate e quindi non fosse, calendario solare alla mano, possibile terminare la stagione regolarmente interviene la sospensione della stessa e sulla base della classifica al 15 marzo si fanno subito play off e play out per assegnare titolo e retrocessione sul campo».


Capitolo mercato: c'è da aspettarsi altre operazioni di mercato da parte della sua società?
«Sostanzialmente ci riteniamo soddisfatti della attuale rosa per cui non ci saranno altre operazioni di mercato».

Girone: dove e con quali squadre si augura di vedere l'Ostiamare nel prossimo campionato?
«È un po di anni che facciamo sempre lo stesso girone con le stesse squadre. Non ci dispiacerebbe ritornare a fare il girone umbro-toscano».