Tolentino, il presidente Romagnoli a NC: «Pochi 3000 euro di sostegno. Mi sarei aspettato più generosità dai pro»

11.11.2020 14:30 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    Vedi letture
Tolentino, il presidente Romagnoli a NC: «Pochi 3000 euro di sostegno. Mi sarei aspettato più generosità dai pro»

La Lega Nazionale Dilettanti ha scelto: la serie D si ferma per permettere di recuperare buona parte delle oltre 100 partite non disputate finora. La redazione di notiziariocalcio.com ha deciso di sentire il parere di quanti più addetti ai lavori possibile.

Oggi è il turno di Marco Romagnoli, presidente del Tolentino: «Personalmente, per esperienza, sono sempre portato ad evitare sospensioni, poiché resterebbe l'incertezza sulla ripresa, ed i fatti sembrano avallare questo problema. Il vero nodo è questo: nei prossimi 20 giorni, tutto il mondo calcistico dilettantistico farà grande fatica a ricominciare. Occorre un protocollo che fissi il numero massimo di soggetti oltre il quale si è legittimati a chiedere il rinvio, altrimenti, dati i tempi che corrono a livello di epidemia nazionale, sarà impossibile tornare in campo. Serve uno sforzo ed una serietà maggiore da parte di tutti, visto che non mi risulta che tutte le squadre che hanno chiesto il rinvio poi si sono effettivamente fermati per dieci giorni, c'è qualcosa che non va. Sostegno di 3000 euro? Sono i costi di una trasferta, poco a confronto dei costi di gestione che hanno le società che, tra l'altro, quest'anno non hanno avuti incassi. Mi sarei aspettato più generosità da parte del calcio professionistico, sembra che a nessuno importi dei dilettanti, senza capire che, senza dilettantismo, moriranno anche le categorie superiori».