Perugia, Santopadre sull'addio di Caserta: «Mi sono sentito tradito»

17.06.2021 23:15 di Ermanno Marino   vedi letture
Perugia, Santopadre sull'addio di Caserta: «Mi sono sentito tradito»

Nella lunga conferenza stampa odierna, il presidente del Perugia Massimiliano Santopadre si è soffermato anche sull'addio di mister Fabio Caserta, oggi tecnico del Benevento.

"Dopo i festeggiamenti vari, seppur limitati, l'ho chiamato, avevo letto una sua intervista in cui parlava di futuro, dicendo che si sarebbe dovuto incontrare con me: preferivo però rimandare tutto a dopo la SuperCoppa, ci tenevo molto perché c'era in mezzo il derby con la Ternana. Mi dette l'ok, mi dispiace aver letto che poi ha detto che l'ho fatto aspettare troppo. Semplicemente non volevamo distrazioni. Quando poi ci siamo trovati, ho visto un atteggiamento già diverso, non c'era la curiosità di capire che tipo di programmi avessi, e li ho capito subito che qualcosa non andava: gli chiedo di fare una foto tutti insieme, c'erano anche i dirigenti, ma Caserta ha preferito aspettare, dicendo che ci saremmo riaggiornati. Dal giorno dopo, ecco i rumors su Benevento e Crotone. Ho visto un uomo molto combattuto, era a disagio nei miei confronti e in quelli della società, spero lo fosse pure nei confronti dei tifosi, ma la sua scelta l'aveva palesata. Come ci siamo lasciati? Non dimentico cosa ha dato, cammineremo su strade parallele che mai più si incontreranno ma finita l'operazione commerciale rimane stima: umanamente mi dispiace molto, mi sono sentito tradito, speravo di dare continuità tecnica la progetto ma non ci sono riuscito. Non potevo star fermo ad aspettare che qualcuno ci desse la grazia per allenarci, quindi il discorso è chiuso".