Città di Sant'Agata, pari 2-2 contro il Marina di Ragusa

25.02.2021 01:45 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    Vedi letture
Fonte: messinanelpallone
Città di Sant'Agata, pari 2-2 contro il Marina di Ragusa

Vittoria in trasferta ancora rimandata per il Città di S.Agata, che sfiora l'impresa sul campo del Marina di Ragusa, in uno scontro diretto che, chiuso sul 2-2, lascia tanti rimpianti ai biancoazzurri. Un punto e parecchio rammarico per i biancoazzurri, mentre i locali si confermano una squadra che non "muore mai". Dopo il doppio vantaggio firmato da Cicirello e Tripicchio, gli ospiti ci credono, ma non è bastato.

Ottimo approccio dei Città di S.Agata e al 12' passa in vantaggio grazie a Cicirello, abile a capitalizzare in gol un perfetto assist di Caruso. Poco dopo la squadra di mister Giampà sfiora il raddoppio con un colpo di testa di Dama finito fuori di poco. In chiusura di frazione, altra palla per raddoppiare ma il sinistro di Cicirello, servito da Dama, è stato neutralizzato da Pellegrino. Per quanto riguarda i padroni di casa, invece, nella prima frazione non hanno creato particolari pericoli alla porta di Ferrara.

Nella ripresa al 63' arriva il raddoppio grazie a Tripicchio, che trasforma un calcio di rigore concesso per fallo su Costa. La partita sembra essersi incanalata per il verso giusto e invece con il passare dei minuti il Marina di Ragusa riesce ad alzare il baricentro del proprio gioco: al 71' Baldeh va vicino alla rete. Il gol che riapre la contesa, però, arriva al 74' quando Giuliano, sugli sviluppi di un corner, trova la girata vincente. Il gol ha dato ancora più vigore ai padroni di casa che avrebbero potuto pareggiare poco dopo con un colpo di testa di Pietrangeli, terminato di poco alto. Gli iblei comunque riescono a pervenire al pari all'81', quando Mannoni trasforma un penalty assegnato per fallo di mano. In pieno recupero Perkovic mette a lato la palla del possibile 2-3 su suggerimento di Favo. Su ribaltamento di fronte ad avere il match point è Dieme che, da posizione vantaggiosa, mette incredibilmente alto sopra la traversa.