Jesina, tre nomi per la panchina

18.06.2019 11:05 di Elena Gestra   Vedi letture
Fonte: radioc1inblu
Jesina, tre nomi per la panchina

Jesina, lavori in corso. In vista della prossima stagione di Serie D la società leoncella si sta riorganizzando a cominciare dall’assetto dirigenziale. Al momento l’unica notizia ufficiale è quella dell’interruzione consensuale del rapporto di collaborazione tra il presidente Gianfilippo Mosconi e Gianfranco Amici, anche se nel sottobosco diverse manovre sono in essere. Primi nodi da sciogliere quelli relativi alla figura del direttore generale e del direttore sportivo. Per quest’ultimo ruolo sembra quasi fatta per l’arrivo a Jesi di Maurizio Gagliardini, già in passato ds alla maceratese e reduce dall’amara esperienza di Portorecanati. Potrebbe, così, riproporsi la coppia Gagliardini – Micozzi, con il secondo che starebbe valutando con qualche riserva la possibilità di accettare il ruolo di direttore generale dei leoncelli. Soltanto una volta sistemata la struttura dirigenziale sarà sciolto il nodo panchina. Al momento sembrano essere 3 i nomi in ballo. A quello di Turchetta, infatti, si sono aggiunti i nomi di Emiliano Da Col, la scorsa stagione per diverse giornate alla guida della Civitanovese, e di Carlo Mandola, giovanissimo allenatore forte della recente esperienza in serie C come collaboratore tecnico di D’Agostino all’Alessandria, di recente accostato come vice proprio dell'ex Udinese alla Sicula Leonzio e di Francesco Moriero alla Cavese, e che ha già collaborato con i due dirigenti a Portorecanati. Il nome dell’outsider, Mandola, sembra proprio nascere dall’intenzione della società di allestire una squadra composta da un mix composto da qualche giocatore d’esperienza e molti giovani, anche del territorio, che possano affermarsi nel campionato di Serie D con ampie prospettive future. Il discorso giovani potrebbe quindi proprio essere la chiave di volta per la scelta del nuovo tecnico della Jesina che inaugurerà l’era Gagliardini.