L'Arzignano batte a domicilio il Delta Porto Tolle e continua a sognare la C

19.04.2019 20:30 di Nicolas Lopez   Vedi letture
Fonte: Nicola Ciatti
L'Arzignano batte a domicilio il Delta Porto Tolle e continua a sognare la C

L’Arzignano Valchiampo rispetta il pronostico, espugnando senza patemi il terreno di gioco del Delta Porto Tolle col netto risultato di 0-3, e rimane in testa al campionato a due giornate dalla fine della stagione regolare, aumentando il divario dalle dirette inseguitrici Union Feltre ed Adriese, che nello scontro diretto di oggi hanno pareggiato per 2-2. Prestazione di grande spessore, solidità e maturità dei ragazzi di Daniele Di Donato, che al “Cavallari” di Cà Tiepolo di Porto Tolle hanno tenuto sempre in mano il pallino del gioco, amministrato il rapido vantaggio intelligentemente e senza patemi, e conquistato la seconda vittoria nel giro di cinque giorni, la tredicesima solamente nello strepitoso girone di ritorno e la ventesima complessiva di una stagione in ogni caso da record.

Mister Di Donato rimescola molto le carte: confermati Munaretto in difesa, adattato sull’out di destra, ed Antoniazzi a centrocampo. Davanti partono fuori sia Valenti che Pllumbaj, con Parasecoli e Forte in campo dall’inizio.

PRIMO TEMPO – Nel primo tempo parte forte l’Arzignano, che si crea pericoloso già al 1’ con Antoniazzi, al 2’ con Odogwu e al 5’ col colpo di testa di Munaretto. Al 9’ la pressione dei giallocelesti viene premiata dal gol del vantaggio, su calcio di rigore concesso per fallo in area su Forte e freddamente realizzato da Maldonado: 0-1. Al 17’ il Delta rimane già con l’uomo in meno: lancio per Odogwu, Pigozzo esce e tocca clamorosamente il pallone fuori area con le mani. Cartellino rosso. Al 23’ Forte prova a lanciare Parasecoli, anticipato al momento del tiro. Al 28’ Burato lancia Odogwu, ma il suo tiro termina di poco a lato. Al 34’ ancora Forte protagonista, con un tiro ravvicinato che sfuma. Ultima chance al 43’ con il cross di Parasecoli per la testa di Odogwu, ma il portiere salva sulla linea.

RIPRESA – Pronti via e ad inizio ripresa l’Arzignano trova subito la rete del raddoppio, con Forte che al 3’ supera il portiere con una perfetta staffilata su cross di Vanzan a cui segue la perfetta sponda di Odogwu, e porta al doppio vantaggio i giallocelesti: 0-2. Al 13’ ci prova il Delta con Traini, ma Tosi blocca in presa. Al 18’ azione insistita di Odogwu, ma il suo tiro viene deviato in angolo. I giallocelesti tengono sempre in mano il pallino del gioco, non forzando, e creando pure chance al 19’ con Ferri e al 25’ con Odogwu. Brivido però al 26’, l’unico della giornata, quando Radoi si trova a tu per tu con Tosi, ma il portierone veronese lo ipnotizza salvando il risultato. Gol fallito, gol subito. Lo 0-3 infatti arriva al 34’, con il gol di Pllumbaj, che gonfia la rete dopo essere entrato dalla panchina su assist di un immenso Odogwu, a sua volta innescato da Maldonado.

TESTA ALL’ESTE – Termina dunque con la decima vittoria esterna della stagione per l’Arzignano Valchiampo, che ora potrà staccare un po’ la spina durante il periodo pasquale, per prepararsi al delicatissimo rush finale. Mancano solamente due giornate alla fine: il primo step sarà al “Dal Molin” domenica 28 aprile, mentre l’ultimo sarà in Friuli, a Chions, domenica 5 maggio.

 

DELTA PORTO TOLLE – ARZIGNANO VALCHIAMPO 0-3 (pt 0-1)

DELTA PORTO TOLLE: Pigozzo, Gurini, Boccafoglia, Meucci, Tarantino, Sirigu (st 1’ Boron), Anafri (pt 19’ Adorni), Malagò (st 33’ Bortoli), Traini, Sottovia (st 43’ Vitale), Pandiani (st 22’ Radoi). A disp: Koliatko, Boscolo Bisto, Crepaldi, Gherardi. Allenatore Gianluca Zattarin

ARZIGNANO: Tosi, Munaretto, Vanzan, Maldonado, Bigolin, Ferri (st 35’ Maronilli), Parasecoli, Burato (st 16’ Hoxha), Odogwu (st 35’ Serroukh), Antoniazzi (st 25’ Spaltro), Forte (st 22’ Pllumbaj). A disp: Farina, Lovato, Valenti, Fracaro. Allenatore Daniele Di Donato

Arbitro: Costanza di Agrigento. Assistenti: Fusari di Catania e Palla di Catania

Reti: pt 9’ Maldonado su rigore (A). St 3’ Forte (A), 34’ Pllumbaj (A)

Note. Spettatori 400. Espulsi: nessuno. Ammoniti: Spaltro, Sirigu e Traini. Angoli: 0-8. Min. Rec. Pt 1’; St 4’