Serie D, diventa sempre più difficile... questo campionato

 di Redazione NotiziarioCalcio.com  articolo letto 342 volte
Serie D, diventa sempre più difficile... questo campionato

La ventitreesima giornata (ventiseiesima per i gironi A, B e D) ha confermato quanto sia difficile il campionato Serie D, mai scontato e molto equilibrato. L’ultimo turno ha regalato una serie di colpi di scena impronosticabili, vediamo quali.

Nel girone A le prime tre in classifica hanno frenato bruscamente, la capolista ha pareggiato, la seconda e terza forza del girone hanno perso. Il Gozzano che ci aveva abituato a strisce di vittorie importanti è stato inchiodato sull’1-1 dall’Inveruno che in casa aveva già perso tre partite. Il Como ha fatto peggio perdendo in trasferta per 2-0 con un Seregno che non vinceva da quasi tre mesi. Scivolone inatteso per i comaschi dopo cinque vittorie di fila. La Caronnese ha ceduto in casa clamorosamente davanti all’Arconatese (0-2), difficile solo pensarlo un epilogo del genere quando la terza in classifica ospita la quart’ultima. Fino a ieri i rossoblu avevano abdicato davanti ai propri tifosi solo con la Pro Sesto.

Nel girone C la Virtus Vecomp Verona ha impattato a domicilio con l’Adriese perdendo contatto dalla capolista Campodarsego. Stesso discorso per l’Arzignano Valchiampo che dopo cinque successi interni consecutivi è stato fermato dal Legnago che finora i trasferta aveva raccolto solo due vittorie e tre pari.

Nel D l’Imolese ha perso il secondo posto dopo aver sbattuto per 2-2 sul muro del Romagna Centro.

La giornata nel girone E ha riservato amarezze per le prime tre in graduatoria. La capolista Sanremese si è fatta fermare in casa sullo 0-0 dal fanalino di coda Argentina! Finora la squadra bianco azzurra davanti ai propri tifosi aveva perso solo sette punti. L’Argentina ha conquistato il suo quarto punto in trasferta. Settimo pareggio esterno per il Ponsacco che non è riuscito ad andare oltre l’1-1 con la quint’ultima della classe Finale. Il Real Forte Querceta (terzo) ha fatto peggio, dopo quattordici risultati utili consecutivi è caduto sul campo del Tavarnelle invischiato nella lotta salvezza.

Ha fatto grande rumore anche la caduta della capolista dell’F Matelica che ha perso in casa per 1-2 con la diretta concorrente Vis Pesaro. Finora i biancorossi nel proprio fortino avevano vinto tutte le partite tranne il ko alla 3^ con la Jesina. Inatteso anche la sconfitta interna della Vastese (3^) con il San Nicolò, due squadre alla vigilia separate da 17 punti. La squadra di Vasto finora aveva vinto nove delle undici gare casalinghe.

Nel girone H la Cavese vede allontanarsi la vetta dopo aver inciampato in casa con la diretta concorrente Cerignola. 1-2 il risultato finale, e pensare che finora in undici sfide interne la Cavese aveva incassato solo sei gol.