Bielorussia, il duo Energetik-Zhodino in testa alla classifica. Scende in campo l'OMS

14.04.2020 13:45 di Stefano Sica   Vedi letture
Fonte: www.footballweb.it
Bielorussia, il duo Energetik-Zhodino in testa alla classifica. Scende in campo l'OMS

Sale in vetta la Torpedo Zhodino dopo la quarta giornata della Vysshaya Liga (massimo campionato della Bielorussia): i ragazzi di Juryj Puntus battono tra le mura amiche l’Energetik (2-0) e lo raggiungono in testa a nove punti. Mattatore del match, deciso nella ripresa, il brasiliano Gabriel Ramos, centrocampista classe ’96 che prima sfonda a sinistra sfornando un cross a rientrare finalizzato da Khachaturyan con uno splendido inserimento, poi fulmina il portiere ospite Sadovsky con una sassata da 20 metri. Gara più equilibrata nel primo tempo pur senza grandi emozioni. Ripresa sostanzialmente inefficace per l’Energetik, che cala i propri ritmi e non si rende praticamente mai pericoloso dalle parti di Bushma, se non con una staffilata di Svirepa finita di poco a lato.

Tre gol, due traverse e diversi miracoli di Leonov: il Bate Borisov mette a segno la seconda vittoria consecutiva (3-0) battendo a domicilio il Fc Minsk. Partita senza mai storia, che ha visto una superiorità schiacciante da parte della squadra di Kirill Alshevsky. Una freccia sulla fascia sinistra il bosniaco Nastic, che favorisce il piattone vincente di Dragun per il gol del vantaggio (secondo centro consecutivo per lui). Minsk imbambolato, che viene salvato poco dopo dalla traversa colpita di testa da Baga (cross di Stasevich) e da un intervento prodigioso di Leonov che neutralizza la conclusione a colpo sicuro di Nekhajchik, involatosi a rete. Finale di tempo col raddoppio di Saroka, che sul secondo palo chiude il traversone basso del solito Nastic. Nekhajchik si riscatta poi ad inizio ripresa con un centro direttamente da calcio d’angolo per il 3-0 definitivo. Impreciso e anche sfortunato Saroka, che con una bella inzuccata coglie la traversa a un passo da Leonov da cui, però, si lascia ipnotizzare in altre due occasioni non perfezionando altrettante trame di gioco gialloblù di rara bellezza. Nel Fc Minsk l’unico a salvarsi è stato Shramcenko, sempre molto attivo.

Non è riuscito allo Slavia Mozyr di agguantare il duo di testa Zhodino-Energetik. Solo 0-0 nel posticipo di ieri disputato allo Stadion Junost col Rukh Brest. Quasi nel recupero ghiotta occasione sui piedi di Vasilevich che non arriva ad agganciare il traversone basso di Chukhley che aveva attraversato tutta l’area piccola. I campioni uscenti della Dinamo Brest, dopo aver regolato l’Isloch Minsk 3-1, sono ora terzi a sette punti proprio con lo Slavia. Partita complicata, sbloccata dall’attaccante classe ’94 Pavel Savitski, che in pieno recupero realizza il terzo gol su penalty (mani in area di Kontsevoj) dopo aver propiziato, con un assist formidabile, il tap-in vincente di Milevsky. Il primo tempo era terminato sull’1-1 con rete quasi in chiusura di Komarovsky (fucilata da fuori area) e, poco dopo, del camerunense Gabi che aveva ribadito in gol sugli sviluppi di una traversa colpita su punizione da un incontenibile Savitski. Continua, infine, la crisi della Dinamo Minsk, sconfitta stavolta nel fortino del Gorodeja grazie ad un rigore dopo pochi minuti di Arkhipov. La squadra di Sergei Gurenko è ora terzultima.  

Nella quinta giornata, il Bate Borisov ospiterà in casa la Torpedo Zhodino, con la possibilità, vincendo, di raggiungerlo. Sfida che seguirà quella tra Energetik e Gorodeja.

Nel frattempo, è arrivato anche il monito dell’Organizzazione Mondiale della Sanità: si interrompano subito i campionati di calcio. Un avviso che arriva dopo il report fornito dal Dott. Patrick O’Connor, membro della task force dell’Oms. Attualmente in Bielorussia i casi positivi al Covid-19 sono oltre 2500, quindi triplicati in appena otto giorni.