Giglio: «Annulare i campionati e recuperare dignità perduta»

19.04.2020 22:30 di Anna Laura Giannini   Vedi letture
Giglio: «Annulare i campionati e recuperare dignità perduta»

Sono ore caldissime per il mondo del calcio. La serie A si sta organizzando per ripartire, ma il resto del calcio pare ancora impantanato nel dubbio e nell'incertezza. Se i professionisti possono cullare speranze di tornare, in tempi relativamente rapidi, al calcio giocato, così non è per i dilettanti.

Sull'attuale dilemma si è espresso il tecnico Gianni Giglio che dalla sua Campobasso, come al solito, non le manda a dire: «Ultimamente ho sentito sciorinare tante corbellerie. Immaginare solamente una fantascientifica ripresa dei campionati sarebbe già di per sé da censura. Il quotidiano bollettino di guerra emesso dalla Protezione Civile solo ora inizia una curva che pare discendente ma è un processo graduale a cui serve dare tempo. In questo lasso di tempo le aziende che ossigenano le casse delle società dei club non sapranno di che morte morire o di quale manna sopravvivere. I giocatori, che prima di essere tali sono uomini normali, provati dalla drammaticità degli eventi in tutte le sue sfaccettature. Alla luce di queste dinamiche, i professori dovrebbero spiegarmi al netto del doping, come faranno a preparare gli atleti ogni 3 giorni, o in condizioni comunque avulse dal riposo fisiologico, come si sente dire che dovrebbero giocare le squadre per terminare la stagione. In Italia si vuole giocare la corsa al titolo sotto il sole cocente di luglio per preparare la prossima stagione dal primo di agosto. Perdonerete la mia stupidità per non aver pensato alle ferie che ci siamo goduti anticipatamente. Una sola parola, forse la più banale, la più scontata, la più naturale. la più ovvia: è una vergogna. La soluzione? Annullare tutti i campionati e recuperare un briciolo della dignità perduta».