C.R. Lombardia, ecco la proposta per la chiusura dei campionati giovanili

Eccellenza Lombardia
04.06.2020 17:07 di Nicolas Lopez   Vedi letture
C.R. Lombardia, ecco la proposta per la chiusura dei campionati giovanili

In attesa delle determinazioni provenienti dai Consigli Direttivi della FIGC e della LND, che si riuniranno nel corso della prossima settimana, il Comitato Regionale Lombardia ha elaborato la sua proposta per la chiusura dei campionati di settore giovanile a gestione regionale.

«Dopo il Consiglio della Lega Dilettanti dello scorso 22 maggio – commenta il presidente del CRL Giuseppe Baretti – abbiamo immediatamente istituito una commissione ad hoc, composta da due consiglieri regionali e due delegati provinciali, per elaborare alcune proposte per definire le modalità di conclusione della stagione in corso. La commissione le ha poi sottoposte sia al consiglio direttivo regionale che a tutti i delegati provinciali della Lombardia e assieme abbiamo optato per un meccanismo premiante che, così come proporremo per i campionati dilettanti, permetta di non veder vanificati gli sforzi delle squadre effettuando le promozioni come da criteri esplicitati coerentemente con quanto previsto dai comunicati ufficiali e al contempo di non svilire ulteriormente un tessuto sociale molto provato dagli accadimenti evitando di procedere a retrocessioni. Ci auguriamo che le nostre istanze possano essere recepite in tutte le sedi».

L’attesa è ora per le decisioni dei Consigli FIGC e LND che dovranno sancire definitivamente le modalità di chiusura stagionale.

Criteri per la definizioni degli organici Regionali per la stagione sportiva 2020-2021 Under 15, 16  17

La soluzione proposta dal CRL

1) Promozione aventi diritto in base ai comunicati ufficiali della stagione 2019/20

2) Cristallizzazione delle classifiche alla data di interruzione dei campionati

3) Definizione della graduatoria per singolo girone in base alla media ponderata fra punti acquisiti e partite giocate

4) Considerare prima in classifica la squadra che, al momento dell'interruzione dei campionati, ha maturato il miglior quoziente punti

5) In Under 15 e Under 17 attribuire la categoria regionale élite alla prima squadra classificata (con il criterio di cui ai punti 2 e 3) di ciascuno dei 4 gironi regionali (pertanto NO prima classificata per punti ma per quoziente punti)

6) Attribuire la categoria regionale Under 15 - 16 - 17 mediante formazione delle graduatorie di merito per singola delegazione provinciale fra le squadre prime classificate di ogni girone sempre con il criterio di cui ai punti 2 e 3

7) Le squadre posizionate al primo posto per singola delegazione e le squadre posizionate al secondo e/o terzo posto nelle delegazioni ove previsto (nel rispetto di quanto inserito nel regolamento in allegato al comunicato regionale nr. 9 del 4/9/2019 e nel comunicato nr. 14 del 26/9/2019) verranno promosse al campionato regionale

In caso di parità di classifica fra due o più squadre in una posizione avente diritto all'attribuzione della categoria superiore, viene stabilito il passaggio di categoria per tutte le suddette squadre a pari merito

8) Saranno escluse dalle graduatorie le squadre cosiddette "fuori classifica" e le società che incorrono in uno dei criteri di non ammissione ai campionati regionali come previsto dal Comunicato nr. 1 della stagione sportiva 2019-20 emesso dal SGS

9) Saranno escluse altresì le società che non possiedono i requisiti di ammissione ai campionati regionali fissati dal Settore Giovanile Scolastico (es. filiera di settore giovanile per Under 15 e 17)

Le squadre a cui verrà attribuita la categoria regionale o regionale élite saranno ammesse al campionato di riferimento in sovrannumero. Il riassorbimento degli organici per categoria potrà avvenire per rinunce o per un programma di promozioni e retrocessioni su più anni

10) Le squadre seconde classificate nei campionati regionali e le squadre prime classificate nei gironi provinciali e non ammesse, fatto salvo diverse disposizioni nazionali, verranno inserite in una graduatoria per potenziali ripescaggi laddove, al termine delle iscrizioni, il numero minimo degli organici per categoria non venisse raggiunto

11) Al fine di trasferire un messaggio di positività in un contesto sociale già complicato non sono previste retrocessioni per favorire esclusivamente un fattore premiante

12) La composizione dei gironi della prossima stagione potrà essere modulata, nel numero di squadre per girone, in considerazione della data di ripartenza dei campionati ad oggi non ancora definita