Il Porta Romana ci crede: “Pronti per un campionato di vertice”. Prima amichevole il 29 agosto

30.07.2020 17:30 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    Vedi letture
Il Porta Romana ci crede: “Pronti per un campionato di vertice”. Prima amichevole il 29 agosto

Tra poco meno di un mese scatterà la stagione 2020/21 (l’inizio della preparazione, salvo diverse disposizioni, è fissato per il 24 agosto; prima amichevole il 29 agosto al Bozzi contro il San Donato): in casa Porta Romana c’è attesa per la ripartenza. Dopo le parole del capitano Yuri Morandi, anche gli altri leader dello spogliatoio manifestano entusiasmo e fiducia per il nuovo corso societario. 

Carlo Alberto Caschetto: “Il cambio di presidenza ha riportato entusiasmo, dopo aver incontrato la dirigenza abbiamo deciso di proseguire insieme. La rosa è già valida, spero si inseriscano un altro paio di giocatori di livello per fare un campionato all’altezza, almeno nelle prime 5 posizioni…”

Giacomo Matteo: “Il presidente Cirri ha portato un vento di cambiamento in società. L’ossatura della squadra è rimasta invariata, siamo molto fiduciosi e puntiamo a rimanere nelle prime posizioni della classifica…”

Alessandro Vecchi: “Sono contento di ripartire con questa squadra, per me sarà il sesto anno a Porta Romana! Obiettivi? Possiamo divertirci, ma non mi voglio sbilanciare nei pronostici…”

Matteo Spinelli: “Sono molto felice di essere rimasto in arancionero! E soprattutto sono contento perché è rimasto quasi tutto il gruppo che ha ben figurato lo scorso anno. Obiettivo? Ci sono tutte le premesse per un campionato di vertice…” 

Giulio Mazzanti: “La società con il nuovo presidente e il nuovo consiglio ci ha dato le risposte che cercavamo, proseguire tutti insieme è stata la logica conseguenza. A Porta Romana ci sono tutte le condizioni per fare bene, il ds è al lavoro per inserire un altro paio di pedine. Sono carico a molla, vogliamo fare un’annata di vertice…”

Ranieri Salvini: “Sono molto contento di essere tornato al Porta Romana, sapevo che dopo l’esperienza in Norvegia sarei tornato qui. In questa società mi sento a casa, non ho mai pensato di andare altrove. Non vedo l’ora di cominciare, in Norvegia ho fatto tanti sport: climbing, trekking, sci di fondo, sci alpino… sono in forma. Società forte, gruppo solido: ci sono tutte le premesse per lottare per il campionato!”