Fanfulla, mister Ciceri a NC: «La vittoria col Seregno ci dia consapevolezza. Nel girone B tanti under di qualità»

23.10.2020 14:00 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    Vedi letture
Fanfulla, mister Ciceri a NC: «La vittoria col Seregno ci dia consapevolezza. Nel girone B tanti under di qualità»

Il Fanfulla, con la vittoria contro il Seregno, ha dimostrato di poter dire la sua nel girone B di serie D. Finora i guerrieri hanno totalizzato 7 punti nelle 4 gare disputate finora in campionato.

Per fare il punto della situazione in casa bianconera, abbiamo contattato il tecnico Andrea Ciceri: «In ogni progetto c'è un percorso, e ce l'ho anche io nella storia del Fanfulla. Quattro anni fa siamo partiti dall'Eccellenza, poi due stagioni in serie D e, credo, che abbiamo dimostrato di poterci stare bene in questa categoria. La società ha fatto ulteriori sforzi per continuare a fare bene e, anzi, fare anche meglio; c'è, inoltre, anche la famiglia Luca in proprietà e questo ha migliorato alcuni aspetti organizzativi che ci permettono di lavorare ancora meglio. Questa stagione? Siamo in crescita, abbiamo affrontato diversi momenti altalenanti. Domenica scorsa, forse per la prima volta, siamo stati continui per tutti i 95 minuti: sono sempre tre punti, chiaro, però ci dà anche la consapevolezza di poter recitare un ruolo importante in questo campionato, e lo vede quotidianamente negli allenamenti».

Sul Girone B: «Tante volte ho giocato in questo girone, ma non avevo mai allenato qui. Ci torno dopo tanto tempo ed ho ritrovato tanta qualità: ogni squadra ha in seno tanti calciatori importanti, una struttura semi professionistica; in Emilia ci sono, ad esempio, società che fanno la D allenandosi la sera, mentre in Lombardia non è così, e questo si vede. Tante le difficoltà in ogni partita, ad esempio i giovani: ogni squadra lombarda ha under di grande qualità, c'è abbondanza di calciatori validi. Un girone livellato verso l'alto, non ci sono dubbi».

Domenica si gioca sul campo del Brusaporto: «Innanzitutto la speranza è di poter giocare, poiché ogni settimana c'è sempre un grande punto interrogativo. Io preferisco sempre trovare una squadra che viene da una vittoria, mentre affronteremo una squadra che ha perso in malo modo nell'ultimo match; ma l'attenzione la rivolgo verso i miei ragazzi, spero che la vittoria col Seregno sia davvero un punto di partenza soprattutto dal punto di vista dell'atteggiamento».