Palermo, mister Filippi: «Non abbiamo risolto i blackout»

07.03.2021 21:46 di Davide Guardabascio   Vedi letture
Palermo, mister Filippi: «Non abbiamo risolto i blackout»

Stecca il Palermo che perde contro la Juve Stabia con un quattro a due che lascia poco spazio all'immaginazione. Ad analizzare la prestazione dei suoi ragazzi è il tecnico Giacomo Filippi.

Queste le parole dell'allenatore: «Siamo calati come attenzione ma come voglia e volontà mi viene difficile giustificare questo due a quattro. La Juve Stabia è stata più pronta a sfruttare quelle situazioni che fanno pendere la bilancia. Ma non l’abbiamo subita mai. Abbiamo giocato un primo tempo abbastanza bene, avevo detto all'intervello ai ragazzi di stare attenti alle ripartenze e di non fermarci mai. Sapevamo che la Juve Stabia è forte nel ripartire e purtroppo credo che fosse fallo su Luperini nell’azione dell'uno a due ma non bisogna fermarsi. Mai. Così come nell'occasione dell'uno a tre. Problema fisico? Fisicamente stiamo bene anche perché fino al 95′ abbiamo giocato. Sulla voglia non mi sento di rimproverare qualcosa. Sulla concentrazione si. Nel primo tempo la squadra è stata equilibrata nello squilibrio. Se decidiamo di aggredire alti gli avversari accettiamo il due contro due dietro. Dobbiamo lavorare sui blackout, non li abbiamo risolti. Bisogna insistere però. È impensabile che i miei ragazzi ad ogni presunto fallo si fermano, noi ci dobbiamo adeguare alla situazione arbitrale. Io in pericolo? Mi sento l’allenatore del Palermo e... vedremo. Non credo di dovermi preoccupare se la mia guida è in pericolo o meno. Lavoro bene e assiduamente giorno dopo giorno. Dobbiamo lavorare per calmare questo modo di interpretare le situazioni di gioco. Altrimenti i penalizzati siamo noi. Non possiamo permetterci di regalare uomini continuamente agli avversari. Interverremo con lo staff. Non si deve esprimere con la foga la voglia di fare bene».