Acr Messina tra mercato e campionato

18.01.2020 10:00 di Nicolas Lopez   Vedi letture
Fonte: gazzetta del sud
Acr Messina tra mercato e campionato

Nel bel mezzo dell'ennesima rivisi­tazione di cariche dirigenziali, dopo le dimissioni dell'apparato operati vo di area Carnaio, e di un mercato che stenta a decollare, ci sarebbe, anzi c'è, una partita di campionato da preparare.

Domenica al "Franco Scoglio" farà capolino il San Tom­maso, formazione reduce dal bril­lante pareggio per 1-1 con la capo lista Palermo e vogliosa di dare se­guito al punto conquistato in casa per cercare d irisalire la china e di a g- grapparsi, quantomeno, alla zona playout

Il tecnico peloritano, Karel Zeman, e la squadra stanno cercando di isolarsi da rumors e da un am­biente che ha perso la serenità per tentare di tornare al successo dopo tre sconfitte consecutive che hanno ricacciato l'Acr a -6 dalla zona playoff, unico obiettivo che farebbe lie­vitare a cinque il voto di una stagio ne fallimentare sotto ogni profilo.

Calciomercato. La pista più battuta resta quella che porta al­l'attaccante El Ouazni svincolatosi dalla Cavese. Più che l'offerta economica inciderà la volontà del calciatore a scendere di categoria e ad accettare di giocare, per il resto della stagione, con una formazione che non lotta per il primo posto, uno dei motivi che hanno spinto Diego Allegretti a dire di si alla proposta del Foggia.

La proprietà, intanto, deve rico­prire le cariche rimaste vacanti dopo le dimissioni in toto del manage­ment di area Camaro. Dal direttore generale al comparto comunicazione passan­do per la segreteria. A proposito di segretario, dovrebbe essere ufficia­lizzata, nelle prossime ore la figura che rimpiazzerà il Franco Rao. Si tratterebbe di Antonino Minutali, con trascoisì nelle stanze del "San Filippo" nell'anno della promozia ne dalla D alla C e nelle successive stagioni dell'ultimo professionismo vissuto dalla Acr. Nel recente passato esperienze, per lui, con il Catania, in particolare nella segreteria del set­tore giovanile rossazzuro.

Intanto, però, la partita con il San Tommaso non può e non deve pas­sare in secondo piano se si vuole provare a rientrare in corsa per la zona playoff.