Il Cerignola è tornato: vittoria netta sul campo del Gladiator

17.11.2019 20:00 di Redazione NotiziarioCalcio.com   Vedi letture
Fonte: lanotiziaweb.it
Il Cerignola è tornato: vittoria netta sul campo del Gladiator

A Santa Maria Capua Vetere arriva la tanto sospirata vittoria esterna per l’Audace Cerignola: 0-3 sul Gladiator inequivocabile degli ofantini, autori di una prestazione ineccepibile e maiuscola. Feola conferma gli stessi undici schierati contro il Francavilla, Borrelli orfano di Del Sorbo squalificato, dispone un 3-5-2 con Troianiello titolare in attacco al fianco di Di Paola. Subito minacciosi gli ospiti al 2′: Loiodice per Rodriguez, il colpo di testa lambisce l’incrocio dei pali. Lo stesso attaccante spedisce alto dalla media distanza, a seguire il Gladiator insidia la porta avversaria: Cappa (8′) mette in angolo su conclusione di Ziello, sul tiro della bandierina seguente flipper prolungato ma è solo altro angolo per i nerazzurri. Il vantaggio gialloblu al 19′: erroraccio in impostazione di Sall, Loiodice triangola con Rodriguez e fredda Zagari. I padroni di casa passano al 4-3-3, l’Audace dimostra personalità e accetta anche la contesa sul piano agonistico con un terreno di gioco visibilmente allentato: Zagari blocca su Longo al 26′. Minuto 35′: direttamente su rinvio di Cappa, Loiodice manda la sfera ad incocciare una clamorosa traversa dopo il rimbalzo. Il fantasista deve però abbandonare il campo per infortunio (la cui entità sarà da valutare in settimana), al suo posto Sansone. Il raddoppio nel primo dei tre minuti di recupero concessi: sul binario destro, Marotta per l’inserimento di De Cristofaro, il cross rasoterra è un bocconcino da spingere in fondo al sacco da pochi passi per Rodriguez.

In apertura di ripresa, il match è virtualmente chiuso: bella azione sull’out sinistro di Sansone, l’ex Sassuolo è altruista nel passare il pallone a Marotta per il sigillo del tris (49′). Da quel momento in poi, da annotare solamente la successione dei cambi da ambo le parti: nell’Audace si rivedono fra gli altri Muscatiello e Martiniello, unica occasione per i campani un’inzuccata in tuffo del subentrato Pesce sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

Secondo successo consecutivo per il Cerignola di Feola, il primo con uno scarto che non sia di misura: i gialloblu scalano altre posizioni e riescono anche a cancellare il tabù trasferta. Domenica prossima al “Monterisi” arriverà il Fasano, per continuare la rincorsa: intanto, le “cicogne” si riaffacciano finalmente nella parte sinistra della classifica a quota 17.

GLADIATOR-AUDACE CERIGNOLA 0-3

Gladiator (3-5-2): Zagari, Landolfo, Sall, Maraucci, Andreozzi (52′ Pantano), Ziello (81′ Odjè), Vitiello (52′ Rekik), Marzano, Di Finizio (65′ Di Pietro), Troianiello (62′ Pesce), Di Paola. A disposizione: De Lucia, Ioio, Saccavino, Di Monte. Allenatore: Pasquale Borrelli.

Audace Cerignola (4-2-3-1): Cappa, Celentano, Rosania, Longhi, Russo, De Cristofaro (74′ Muscatiello), Coletti, Marotta (78′ Caiazza), Longo (58′ Di Cecco), Loiodice (41′ Sansone), Rodriguez (83′ Martiniello). A disposizione: Tricarico, Syku, Alfarano, Sindijc. Allenatore: Vincenzo Feola.

Reti: 19′ Loiodice, 46′ pt Rodriguez, 49′ Marotta.

Ammoniti: Marzano, Sall (G); Marotta, Rosania, Rodriguez (AC).

Angoli: 7-3. Fuorigioco: 6-2. Recuperi: 3′ pt, 5′ st.

Arbitro: Longo (Cuneo). Assistenti: Martinelli-Claps (Potenza).